download
Il Blog di Isa Voi oltre a cronaca, libri e attualità, si dedica con particolare
attenzione al mondo dell’infanzia.
In questo spazio, infatti, ci sono molte sezioni che trattano i temi della
didattica, della psicologia, dei divertimenti e dei giochi infantili.

La rubrica “La posta dei bambini” è nata per dare voce e ascolto a tutti i piccoli che vorranno mandarci i loro disegni e le loro letterine; un modo importante, questo, per esprimersi e mettere in gioco la propria creatività.
Tutte le rappresentazioni grafiche e i messaggi verranno pubblicati, perché tutte le opere dei bambini
sono belle, uniche e speciali.
E allora, bambini, al lavoro!!! Aspettiamo le vostre lettere e i vostri disegni!

Mandare il materiale (scannerizzato), accompagnato da una breve descrizione e dal
nome del bambino/a a : [email protected]

 

10300699_1654710191427946_325025392524278091_n

“Ogni Mattina Rinasco” è uno spazio da abitare. Un angolo di parole scappate ai pensieri, di racconti brevi in forma poetica, di scaglie di vita, di istantanee rubate al tempo, di cose destinate a scomparire. Frammenti che incontro dalla finestra dei miei occhi. Piccoli gesti.

Mi piace fermarmi ad osservare. Pezzi di vita si perdono nell’oblio della mente e uno sguardo sopravvive. Di ogni momento che vivo, salvo quell’istante, quel sussulto dell’anima sospeso tra l’incontro di Me e delle mie percezioni. Di questo scrivo.

Silenzi. Attese. Rumore di risate. Odori. Immagini. Emozioni fugaci che oltrepassano il controllo.

Ogni mattina rinasco e decido di esistere, di esperire la vita, di fermarmi a r-accogliere ciò che incontro, di ascoltarmi, di ascoltare, di essere semplicemente qui. Adesso.

In realtà ogni mattina mi alzo e rincorro le calze che ha lasciato in giro il mio compagno. La cosa più bella è che dietro ogni piccolo gesto si nascondono occasioni. E molte di queste di sperimentare la felicità.”

 

GUARDA IL VIDEO : LO SPAZIO VUOTO

Marzia Cabano – Chiusa Pesio (CN)

CI RENDON FELICI LE PICCOLE COSE

Un cagnolino, il sole, le rose…

ci rendon felici le piccole cose!

Talvolta basta niente

e allora la mia mente

fa un balzo a cielo aperto,

diventa acqua il deserto,

diventa caldo il ghiaccio…

persino io mi piaccio!

   

—————————————————————

CHI MI SCHIODA? 

Il divano? La tivù?

E chi mai mi schioda più?

Tanti spot, tanti cartoni

e trangugio beveroni

e sgranocchio patatine,

caramelle e merendine.

Se proseguo in questo modo

io divento un UOVO SODO,

grasso, gonfio, rosso in viso

e si spegne il mio sorriso!

Quasi quasi scendo giù,

ho fatto il pieno di tivù.

Nel cortile ho tanti amici

che mi aspettan con la bici!

——————————————————————

FILASTROCCA DELLA TELEVISIONE 

Filastrocca della televisione

che mi fa grosso il testone,

che mi ruba la fantasia

e lontano la porta via,

che mi fa pensare uguale

allo spot, al telegiornale,

che mi dice: “Fermo là,

guarda la pubblicità!”

Che mi fa comprare tutto

il buono, l’utile e anche il brutto,

che mi dice: “Ahiaiai,

questo ancora non ce l’hai!”

Sì, però, quando c’è un cartone,

è tutta mia la televisione!

————————————————————————

FILASTROCCHE DELLE STAGIONI

 

Filastrocca delle stagioni,

tante giacche coi bottoni,

per l’inverno sono bianchi

come alcuni fiocchi stanchi,

ad aprile li voglio arancioni

come i fiori sui balconi.

Sui golfini per l’estate

i bottoni sono fate

azzurrine come il mare,

come gocce da pescare…

Quando alfin la nebbia scende

il bottone è lì che pende…

——————————————————————————————————

Filastrocca delle stagioni,

tanti giocattoli ai bimbi buoni.

In inverno il caldo orsetto

mi riscalda nel mio letto.

Quando arriva la primavera

sventolo fuori la mia bandiera.

In estate, lungo il mare,

le mie biglie faccio andare…

A settembre via le metto

e riprendo lo zainetto!

 ———————————————————————————–

 Filastrocca delle stagioni,

con le ghirlande  appese ai balconi.

A primavera ci metto i fiori:

spandono intorno profumi ed odori.

In estate un grande ombrellone

per ripararmi dal solleone.

In autunno tolgo via tutto

perché il tempo si fa brutto,

ma a Natale, sulle scale,

ci metto un piccolo Babbo Natale!

   ——————————————————————————————

La filastrocca delle stagioni

porta in inverno i calzettoni:

fuori fa freddo, scende la neve

bianca bianca, lieve lieve.

In primavera, le calze fini,

avvolgono appena i veloci piedini:

sbocciano i fiori di tanti colori

nell’orto e nel prato son mille gli odori!

Durante l’estate la calza va a nanna,

al massimo un paio color della panna!

Arriva l’autunno, le calze son grigie,

ne metto un paio nelle valigie…

Le rondini partono, vanno lontano,

ed io le aiuto col bagaglio a mano!

Torna l’inverno, nel fuoco i tizzoni,

nei piedi dei rossi e bei calzettoni…

———————————————————————————————–

GIOVANNINO, CITTADINO D’ITALIA !

  

Giovannino di Torino

è un simpatico bambino.

Sulla Mole Antonelliana

sale un dì alla settimana.

Lungo il Po, col suo papà,

corre di qua e corre di là.

Quando il tempo si fa bello,

vanno là, in Piazza Castello

e poi insieme al Museo Egizio:

vanno a togliersi lo sfizio

di veder mummie e papiri

e fanno ancora tanti giri…

————————————————————————–

Giovannino di Savona

va a passeggio con Ramona.

Attraversa il Corso Italia

e c’è il porto che li ammalia,

la prigione di Mazzini

e lì, ecco altri bambini:

sono in gita con la scuola,

per il vento tutto vola!

 ————————————————————————

Giovannino genovese

va nel centro a fare spese.

Gira in Piazza De Ferrari

e non guarda mai gli orari

né del pullman né del tram.

La sua pancia fa ”Am, am!”

nel pensare alla focaccia

e un sorriso sulla faccia

si disegna a Giovannino,

che poi va là dal delfino

a veder tutto contento

i pesci di Caricamento…

———————————————————–

Giovannino di Milano

dalle mura di Massimiano

s’incammina pei navigli

download (1)

Lo specchio non riflette solo la tua immagine perché, se lo osservi bene, con lo sguardo dell’anima intendo, lì dentro ci sei tu, il tuo passato, i tuoi legami , ciò che gli altri hanno lasciato in te e le tue vite passate… già parlo proprio di quell’evoluzione, quel percorso che la tua anima ha compiuto chissà da quante vite, e ogni volta reincarnandoti, hai la sensazione di dover ricominciare da capo!
In questa mia vita ho scelto di nascere capricorno (standing ovation per i migliori dello zodiaco please!!!)…. testa dura ,determinazione a mille, necessità totale e mentale di controllare tutta la mia realtà….che lavoraccio! Pensate a quante energie ho dovuto spendere per tentare di credere che esistesse qualcosa di diverso, di più grande di quel corpo riprodotto fedelmente dallo specchio… credo in ciò che vedo, il mio motto….eppure non funziona proprio così amici….i sogni, le sensazioni, l’intuito, i deja vue, gli odori, gli sguardi…quella familiarità che provi incontrando alcune persone e anche , perché no, l’antipatia alla sola vista di altre….
No! Dovevo capirci qualcosa!
La verità è dentro a quello specchio ho intravisto una porta, ho avuto il coraggio di aprirla e mi si è presentato un nuovo mondo.
Improvvisamente ho attirato nel mio percorso decine di persone diverse, speciali, pronte a condividere con me il loro sentire, il loro desiderio di ricercare, di credere che al di là dell’immagine riflessa in cui siamo immersi quotidianamente, ci sia dell’altro, che ci sia davvero un senso….da quel momento sono cambiati i colori, ho iniziato pian piano a concepire le sfumature e ad ammettere l’esistenza del grigio.
Da dove veniamo?Chi siamo? Dove andiamo? Si interrogava tra i tanti Gaugain….l’arte, la letteratura, la musica, la poesia, sono tutte, passatemi il termine, “attività umane” in cui l’uomo entra in contatto con il suo spirito, con l’essenza, con quella fiamma divina che è alla base dell’esistenza, no caro lettore non parlo di Dio….solo perchè non voglio dare un’accezione religiosa a queste mie parole: parlo di origine, di una mano sapiente, di Creazione.
Immagina per un secondo un’enorme fonte di energia bianco azzurra, che all’improvviso si divide in miliardi di piccole fiamme, di minuscole parti, il cui compito è di sperimentarsi passando attraverso l’esperienza per conoscersi, per comprendere davvero cosa è buio, cosa è luce, cosa è bianco e cosa è nero, cosa è dolce e cosa è amaro…..passare attraverso la conoscenza degli opposti, sperimentarsi in chissà quante vite per capirsi e finalmente fare rientro a Casa, ricongiungersi alla Deità e sentire l’Unità.
Questo avrei voluto mi spiegassero da bambina, forse avrei compreso più velocemente frasi come “ama il prossimo tuo come te stesso”;forse anzichè risposte, avrei preferito mi insegnassero a farmi delle domande, a chiedermi cosa voglio essere e a scegliere di Essere …e forse oggi davanti allo specchio della mia vita mi vedrei diversamente!
Ma tutto è esattamente come doveva…nulla è perduto…davanti al mio specchio ora ci sei anche tu, a leggermi,a incuriosirti,e chissà forse davvero domani anche tu inizierai una tua personale ricerca, quella che ci consentirà un giorno di ritrovarci a Casa.

 

di Tiziana Napoli
Top Dance and Show

12528144_10153293983406268_1723099345_n

ORIGINI RADICI E DINTORNI

Tranquilli non intendo lanciare un nuovo brand 😉

Se vi chiedessi cosa significa per voi il termine ‘famiglia’, cosa mi rispondereste?

Ci avete mai riflettuto?

E se vi chiedessi cosa significa per voi ‘casa’, cosa mi direste?

E’ da un po’ che rifletto sull’argomento… vi risparmio le mie elucubrazioni…solo per oggi eh…

Ma vi dirò quello che penso… 😉

Abbiamo una famiglia in dotazione no? DNA parlando…

La famiglia tuttavia, non è data solo dai legami di sangue.

I legami di sangue ci parlano delle nostre origini, da dove veniamo, di chi potremmo essere, o di chi forse non saremo mai.

Taluni la chiamano biologia… io lo chiamo destino.

Siamo noi stessi a chiedere chi vogliamo essere, il che in ogni caso, ci rende comunque dei pezzi unici, nella buona e nella cattiva sorte.

La mia famiglia è composta da tutti coloro che ho scelto di avere accanto.

 Sono coloro che ‘ ci guardano le spalle e che salvaguardano il nostro benessere’. 

Nessun obbligo nessuna richiesta.

Accade e basta.

Si chiama affetto, o l’hai o non l’hai, non puoi imporlo… puoi solo sperare di riceverlo e di poterlo contraccambiare.

Facciamo nuove amicizie, sposiamo qualcuno, a volte anche più di una volta 😉 spendiamo ¾ della nostra vita a creare dei legami, certe relazioni durano per sempre, altri legami si spezzano, ma non è questo il punto…

Il punto è che di volta in volta decidiamo di affidare le nostre vite a qualcuno e questa cosa… mi sorprende ogni singola volta che lo faccio come se fosse la prima volta 😉

Pertanto scegliamo bene, fidiamoci, amiamo, tagliamo ciò che non va e andiamo avanti!

Sopra, nell’immagine, un bel passaggio che ho trovato sul web.

 

LOl

Cris

12837239_187730411602933_792062986_o (1)

Carissimi lettori,

oggi ho ricevuto un meraviglioso regalo che voglio condividere con voi: MONDIARIO,  un’interessante proposta didattica  per l’anno scolastico 2016-2017.

Uno strumento utile, funzionale e didattico per bambini della scuola primaria e secondaria di 1°.

12804580_190105188032122_112508040_n (1)

Il tema sviluppato per l’edizione 2016-2017 è la cura e il rispetto per la nostra Terra. Tutti osserviamo con crescente preoccupazione l’aggravarsi delle condizioni di salute del nostro pianeta: «La Terra si sta riscaldando troppo – dichiarano esperti e scienziati – a causa dei nostri comportamenti negativi nei suoi confronti». Gran parte della responsabilità dei cambiamenti climatici che colpiscono il pianeta ricade sull’immissione dei gas serra nell’atmosfera, provocati dall’intervento diretto dell’uomo e dei suoi modi di vivere, produrre e consumare.

12833267_190105004698807_1991129824_n

Ed è proprio per dare una mano a Madre Terra, conosciuta dai  popoli delle Ande del Sudamerica con il nome di Pachamama, che sarà dedicato ad essa Mondiario 2016-2017.

Generalmente tutti i nostri bambini e ragazzi acquistano un diario scolastico, pertanto si tratta di orientarli a una scelta accattivante, al contempo educativa e non semplicemente commerciale. Il Mondiario sarà, in tutti i modi,  un’agenda scolastica, non confessionale ma aperta a ogni diversità culturale e religiosa, con tante indicazioni per imparare a rispettare e a curare la nostra Terra.

 

12834927_190103568032284_668977429_n

Chi acquista il diario (costo 8 euro), collabora a una iniziativa a favore dei bambini del Perù: una parte degli 8 euro, infatti, sarà destinata al progetto borse di studio per i ragazzi di San Martin di Pangoa, dove operano i Comboniani.

12833403_190101748032466_740936644_n

Colorato, allegro, “morbido”, Mondiario offre al suo interno quiz, approfondimenti, riflessioni, informazioni storiche, foto, giochi, spiegazioni scientifiche.

12834904_190103414698966_1597270758_n (1)

Un diario didattico e dallo scopo etico, che oltre a far divertire e “arricchire” i ragazzi, potrà dare una mano ai bambini meno fortunati di loro.

Allora, buon MONDIARIO a tutti!

12825448_190103701365604_1770329030_n

Chi volesse maggiori informazioni o desiderasse acquistarlo può scrivere a: [email protected]

clicca qui per visitare il blog

SportArt logo

Studio, progettazione e realizzazione grafica logo.

——————————————————————————————————————————

Realizzazione comunicazione ed organizzazione evento

 

Cena con delitto IL MANIERO

————————————————————————————————————————

Studio, realizzazione creatività locandine e programmi di sala per spettacolo teatrale + Shooting fotografico prove e spettacolo

01

 

 

 

02

03

 

04

 

 

 

 

06

 

JOKE WITH ME
comunicazione ed eventi
di Mauro Paglia
P.IVA 02378350033
C.F. PGLMRA79D06F952N
ph. +39 347 9076604
skype. Mauro Paglia JOKE WITH ME