photo-giusy-3 (1)

 

“Joosie”, giovane cantautrice, nata in una terra solare dove il mare,il cielo e la musica  sono un tutt’uno (la Puglia), si presenta con il suo nuovo singolo “Il cuore non odia”prodotto da Gianni Colonna ;

la voce suadente, il testo allusivo e carico di metafore, ed il ritmo irresistibile rapiscono chi ascolta, trascinandolo in una dimensione di sensazioni forti .

Carefree driving on an empty road at sunset

Cari lettori, tra pochi giorni andremo a votare. In molti Comuni italiani i cittadini verranno chiamati per collaborare all’elezione dei sindaci e dei rappresentanti comunali: un evento importante che ci colpisce in primo piano, ma che negli ultimi anni ha registrato una calo di interesse e di partecipazione.

No, non dovrebbe essere così; non si dovrebbe mai rinunciare alle cose importanti, nemmeno quando tutto sembra incerto, quando tutto potrebbe sembrare inutile. Sarebbe come ignorare qualcosa di apparentemente lontano da noi, estraneo, ma in realtà molto vicino quotidianamente.

E’ per questo che tutti dovremmo andare a votare, rispettando un nostro diritto. Perché dovremmo farlo, si chiedono in molti oggi, delusi e forse un po’ scettici?

Per voler vedere la vita con i nostri occhi e non con quelli degli altri, qualsiasi sia il risultato finale.

Per non accontentarsi arrendevolmente e scegliere se, invitati a un bar, prendere un caffè invece di un thè; e non importa se la nostra ordinazione  sia esaurita..

Per decidere la strada da seguire: destra, sinistra, avanti, indietro, centro….e poter dire: “Giusto o sbagliato, io l’ho fatto, io ci ho provato.”.

Per assistere a una partita di calcio e, al momento dei rigori, preferire essere il protagonista che lancia la palla in rete e non lo spettatore passivo, anche se l’avversario vincerà la partita finale.

Per non abbandonarsi alle decisioni altrui e farsi trasportare dall’onda di “Tanto non cambierà mai nulla”. In questo modo, non cambierà veramente mai nulla.

E per rispettare soprattutto  il sacrificio di chi ci ha regalato questo grande diritto e potere: quello di partecipare a qualcosa che rappresenta tutti noi  e avere la possibilità di contribuire a una scelta.

Albert Camus sosteneva: “Perchè un pensiero cambi il mondo, bisogna che cambi prima la vita di colui che lo esprime. Che cambi in esempio”.

E questo è quello che ci auguriamo tutti.

di Isa Voi

download (3)Mathemart è un metodo di insegnamento che utilizza il laboratorio teatrale al fine di far sperimentare la matematica agli studenti in un contesto ludico e creativo mantenendo sempre il focus sull’obiettivo formativo.

Si propone una formazione articolata su due livelli che si rivolge agli insegnanti della scuola primaria e secondaria ed a chi in generale si occupa di divulgazione della matematica.
Il primo livello prevede inizialmente una formazione teatrale minima, che permetta ai partecipanti di comprendere e padroneggiare i linguaggi utilizzati, ed in seguito un lavoro sui contenuti (giochi ed esercizi) al termine del quale gli insegnanti saranno in grado di proporre in classe le attività sperimentate durante la formazione.

Programma di lavoro – formazione di primo livello

18 Giugno 2016

9.00 – 13.00  giochi teatrali  – la creatività
14.30 – 18.30 i numeri

19 Giugno 2016

9.00 – 13.00 calcolo letterale
14.30 – 18.30 geometria

Conduce Maurizio Bertolini

Dove e quando
Torino – spazio in via di definizioneCosto e iscrizione
Il costo del seminario di primo livello è di € 100,00Per iscriversi è necessario inviare una mail a: [email protected]
Il percorso, aperto a un massimo di 25 partecipanti, verrà attivato al raggiungimento minimo di 12 iscrizioni.Termine iscrizioni 11 Giugno 2016Info e contatti
[email protected] – Maurizio Bertolini 392.9016870–Scarica qui il modulo d’iscrizione: Modulo di Iscrizione – Mathemart

– See more at: http://www.socialcommunitytheatre.com/it/eventi/workshop-mathemart-insegnare-la-matematica-nel-laboratorio-teatrale-formazione-per-insegnanti/6079/#sthash.a8lffAhx.dpuf

20160523_175943

Il sindaco Ballarè subito dopo l’aiuto prestato all’anziano signore

Un tardo pomeriggio malinconico che mi ha fatto riflettere molto su quello che ho vissuto oggi insieme a una mia collega-amica.

Stavo tornando a casa, come ogni pomeriggio, e mentre aspettavo il solito pullman in piazza Cavour chiacchierando con Rosaria, all’improvviso un anziano e distinto signore si è accasciato a terra, inerme.

La tristezza è stata grande forse perché ero abituata a vedere spesso quello sconosciuto signore girare quotidianamente sui mezzi pubblici, alle prese con i suoi impegni quotidiani. Persone con cui non si parla ma che ci sono in qualche modo familiari e che fanno parte inconsapevolmente della nostra vita quotidiana.

I presenti, tra cui due giovani, hanno prestato subito i primi soccorsi.

Poco più in là, impegnato in un colloquio di lavoro con alcuni suoi collaboratori, si trovava il sindaco Andrea Ballarè che, discretamente, ha assistito alla repentina scena.

Senza esitare un attimo, ha abbandonato le persone con le quali si trovava in compagnia e si è avvicinato correndo verso l’anziano signore, confortandolo in prima persona e accertandosi che si fosse ripreso dal malore.

Ha atteso, insieme ai presenti, che costui riprendesse completamente i sensi e che le sue condizioni di salute fossero decisamente buone: quando è arrivato il pullman che avrebbe portato a casa l’anziano, lo ha accompagnato personalmente sopra il mezzo, avvisando l’autista e assicurandosi che quest’ultimo si prendesse cura dell’uomo, che conosceva.

Nonostante l’evento triste, una cosa mi ha riscaldato il cuore: per fortuna, ogni tanto, oltre alle notizie brutte abbiamo la fortuna di assistere a episodi belli, come quello di oggi.

Una cosa mi ha colpito profondamente. Quando ho informato la mia amica che uno dei soccorritori dell’uomo era il sindaco Ballarè, lui ha risposto con grande umiltà: “Ho fatto solo ciò che ogni cittadino avrebbe fatto e ciò che era giusto fare” – mostrandosi in quel momento totalmente disinteressato alla politica – La cosa importante ora è che il signore stia bene”.

Poi, pensieroso e amareggiato per l’accaduto, si è aggiunto nuovamente ai suoi collaboratori, che nel frattempo si erano avvicinati, e pian piano si è allontanato.

E’ stato bello vedere con i propri occhi un politico che in quel momento ha abbandonato spontaneamente  i panni del suo ruolo e si è mostrato un vero cittadino, col cuore “sul campo”.

Grazie per questo momento sincero di generosità.

E soprattutto un grande augurio all’anziano signore.

20160523_175946

20160523_180001

Il sindaco Ballarè assicuratosi delle buone condizioni del signore, si allontana con i suoi collaboratori

ISA VOI

13236017_10153427327611268_1560949981_n

Il XXIX Salone Internazionale del Libro di Torino si è concluso alle 22 di lunedì 16 maggio 2016. Alla chiusura delle casse i biglietti staccati sono stati 127.596: un incremento del 4,05% rispetto ai 122.638 del 2015.

Centinaia di metri quadrati di esposizione! Protagonisti i libri e noi lettoriiiiiiiiiiiii!

Un vero a proprio paradiso, dai testi più svariati, ce ne erano proprio per tutti i gusti.

Tante, tantissime le attività in corso…sia per i grandi che i più piccini, laboratori, concerti, conferenze, seminari, presentazioni, seguirle tutte è stato impossibile… io ero in modalità scheggia impazzita 😉

13220040_10153427330441268_343073626_n

Chi c’era al salone?

Le scolaresche, i bambini si guardavano intorno estasiati.

I ragazzi dai 14 ai 20 camminavano a flotte armati di piantina a cercare gli stand dei loro beniamini…

Il popolo dai venti in su 😉 lettori accaniti di ogni genere.

Editori, scrittori, blogger, agenti letterari eravamo tutti scatenati pronti a conoscerci ed a creare nuove collaborazioni.

13220127_10153427337391268_337725550_n

Gli esordienti hanno fatto il botto in tanti, infatti, hanno avuto la possibilità di debuttare e presentare i loro libri aggregandosi alle associazioni culturali e/o alle medio/grandi case editrici.

Forse vi starete chiedendo a quale categoria appartengo io…

Sì? No? Forse…?

Beh tanto ve lo dico lo stesso… 😉

Sono una blogger e questo è stato il mio primo giro al Salone, volevo andare da anni, ma i pianeti si sono allineati solo quest’anno…

13228058_10153427330131268_885891014_n

Che ci sono andata a fare?

Praticamente, sono stata ingaggiata per realizzare il reportage dell’Associazione Culturale ‘ Dark Zone’ di Francesca Pace, nata in una notte d’estate, questa creaturina è cresciuta fino a diventare un punto di riferimento per autori vecchi e nuovi 😉

13250293_10153429366176268_1925994638_n

L’associazione porta avanti il suo squadrone che si arricchisce continuamente di nuovi talenti che firmano per pubblicare con loro.

Per saperne di più… spulciate qui…

https://perchelodicekrilli.wordpress.com/2016/04/11/parliamo-della-dark-zone-di-francesca-pace/ 

13233249_10153433256181268_940095557_n

Ho seguito le vicende dello stand, ho intervistato i protagonisti e scoperto i loro fantastici romanzi.

Ho scattato 10000 foto, fatto dei video ed incontrato amici vecchi e nuovi, ho lasciato i miei bigliettini da visita come se non ci fosse un domani e ho preso nuovi contatti 😉

13233256_10153429367066268_1468865410_n

Siamo nel 2016 signori la vera ricchezza è fare rete, conoscere persone che amano quello che tu ami fare, farsi conoscere e creare nuovi progetti all’insegna della collaborazione e della creatività!!

Devo dire che è stata un’esperienza che mi ha arricchito sia dal punto ‘letterario’ che ‘umano’ un modo per confrontarsi ed aprirsi a nuovi mondi

13236059_10153427334436268_622102043_n

Ogni libro, ogni scatto, ogni abbraccio, ogni stretta di mano, ha dato il suo contributo a queste meravigliose giornate all’insegna della condivisione e della diffusione dei buoni romanzi!!

13250397_10153433440216268_1934796998_n

Tanti i lettori, felici di poter scambiare 4 chiacchere con gli autore e perché no portarsi a casa foto e dedica, un modo per conoscersi e ricordarsi, un modo per seguirsi e ritrovarsi!!

Tutto questo è stato Torino… 12-16 Maggio 2016!!

13187703_10153427337566268_285633334_n

http://www.salonelibro.it/it/

Lol

Cristina Pace

 

 

images

La primavera 

C’è un po’…

C’è un po’ di primavera questa sera,

forse è il sole o un sogno che si avvera,

forse il canto di un uccellino,

oppure la corsa di un bambino,

forse la gente che esce di più

e si ferma a parlare così, a tu per tu!

C’ è un po’ di primavera questa sera,

forse è il sole o un’ antica chimera,

forse è una camicia leggera di cotone,

forse è più vicina l’idea dell’ombrellone,

forse son le nonne sedute sulla panca,

o forse sarà quell’andatura stanca

quando si va a salutare il sole

che rincasa con un mazzo di viole.

C’è un po’ di primavera questa sera,

forse è il volo di una farfalla leggera….

20160520_224243

Il Dirigente Scolastico Salvatore Palvetti e alcune insegnanti del Liceo Artistico Casorati di Novara

Una serata all’insegna della cultura, della condivisione e dell’educazione quella che si è svolta venerdì scorso presso l’Istituto Omar di Novara.

Durante l’incontro è stato presentato il progetto “Due scuole camminano insieme”, che ha visto arte e tecnologia incontrarsi per sfociare in un prodotto comune: la realizzazione del libro “Rivisitiamo il barocco”.

Tre classi dell’Istituto Omar e una del Liceo Artistico Casorati hanno realizzato il volume, sia in versione cartacea sia digitale, quest’ultima accompagnata da slide, musica registrata dal vivo e filmati.

Con l’aiuto dei validi e motivati insegnanti, gli alunni hanno collaborato per osservare e approfondire il tema dell’arte barocca novarese, svolgendo attività e ricerche anche al di fuori della vita scolastica.

Gli studenti hanno avuto la possibilità di visitare le chiese e i monumenti barocchi di Novara e di “rivisitarli” attraverso due linguaggi diversi: quello artistico e quello tecnico. Questo percorso didattico ha permesso inoltre ai giovani coinvolti di avvicinarsi con interesse alla cultura e all’arte.

20160520_230423

Dopo i saluti dei Dirigenti scolastici Dott. Arch. Salvatore  Palvetti, dott. Ing. Franco Ticozzi e delle Autorità, gli allievi dell’Istituto Musicale Casorati hanno regalato un emozionante momento musicale.

20160520_223916

Alcuni studenti coinvolti nel progetto didattico

Ospiti e genitori hanno ascoltato con curiosità la presentazione del volume, apprezzando particolarmente gli interventi degli studenti dell’Itis Omar e del Liceo Casorati impegnati nel percorso formativo.

20160520_222636

Il momento musicale finale

Dopo la visita alla Mostra del Seicento Barocco allestita presso la sala museale di archeologia industriale dell’Omar, i presenti sono stati coinvolti in un elegante e suggestivo buffet, gestito dai gentilissimi studenti.

Durante l’aperitivo è stato organizzato un momento musicale, molto apprezzato dai presenti, curato dai professori Giovanni Crola e Marino Mora e i ragazzi del Liceo musicale. A questo è seguita l’originale esibizione della “Omar band” .

20160520_223521

20160520_223049

20160520_22370820160520_224834

20160520_224903

20160520_222704

 

 

20160520_22342920160520_222721

SERVIZIO DI ISA VOI

Grande successo martedì scorso all’Istituto San Vincenzo di Novara per l’inaugurazione di un’aula alla memoria del giornalista Peppino Impastato e di sua madre Felicia, due esempi di integrità, rettitudine e fedeltà alla Patria.

Il giovane siciliano, difensore della libertà della società civile, fu ucciso nel 1978 a Cinisi dalla mafia a causa delle sue  denunce contro le attività di cosa nostra : da quel momento, la madre Felicia non smise mai di lottare per difendere la memoria del figlio e trovare giustizia, trasmettendo ai giovani il valore di questo triste sacrificio.

20160517_174958

La cerimonia è iniziata con una emozionante esibizione dei bambini della classe V, accompagnata dalla visione di un video toccante durante il quale sono stati ricordati alcuni pensieri del giovane e trasmesse alcune sue immagini.

20160517_173449

Il Dirigente scolastico, suor Giuse Marzagalli, ha esposto ai presenti le motivazioni che hanno spinto a inaugurare l’aula a Impastato e ha illustrato il percorso didattico svolto dai ragazzi dell’Istituto. Ampio spazio è stato dedicato anche alla figura di Libero Grassi che ha dato un notevole contributo alla lotta contro la mafia: in particolare è stata letta una sua lettera pubblicata sul Giornale di Sicilia nel 1991 che, secondo molti, fu l’inizio della guerra contro il pizzo.

“Importante è la testimonianza – ricorda Suor Giuse Marzagalli – di tutte queste persone che non volevano essere eroi e lo sono diventati loro malgrado. La mamma di Peppino Impastato ha parlato  più del figlio: lei non voleva cedere, non era giusto tacere. Il silenzio è dolo.”

20160517_173506

 

20160517_175033

Presenti alla cerimonia anche il sindaco di Novara Andrea Ballarè, l’assessore Margherita Patti, l’assessore Paola Turchelli, l’avvocato Vincenzo Fasano, il comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Giovanni Spirito, e un rappresentante della Guardia di  Finanza .20160517_174928

Il sindaco e il colonnello hanno tolto la piccola bandiera tricolore dalla targhetta commemorativa.

 

“Il degrado è il non rispetto del prossimo e dello Stato. Questi vostri percorsi sono importantissimi per educare i nostri bambini – afferma il sindaco Ballarè – Forse sarebbe il caso di introdurre di nuovo Educazione Civica nelle scuole perché abbiamo delle carenze importanti. I ragazzi sono molto fortunati ad aver partecipato a questi percorsi e aver visto queste storie perché sono insegnamenti importanti:anche  sulle piccole cose non bisogna stare in silenzio. Bisogna opporsi, anche piangendo, come reazione a un’ingiustizia.”

20160517_174219

“Mafia è prepotenza – aggiunge il comandante dei carabinieri – è voler qualcosa di cui non si ha diritto, con la violenza. La mafia non è in Sicilia e la Sicilia non è la mafia. La mafia è dappertutto e soprattutto è invisibile.”

L’inaugurazione si è conclusa con la proiezione di un coinvolgente video che ha riassunto la vita del giovane e coraggioso Impastato sulle note di “I cento passi”, dei Modena City Ramblers: i ragazzi, guidati da Suor Giuse hanno ritmato la canzone con decisi battiti di mano, regalando un’emozione che è arrivata dritta al cuore.

20160517_174255

20160517_174337

Un momento della proiezione del video finale

20160517_174657

20160517_174831

l’avvocato Fasano e un rappresentante della Guardia di Finanza

20160517_175213

L’assessore Paola Turchelli

20160517_175359

Suor Giuse Marzagalli insieme ad alcuni ospiti

20160517_174850

20160517_174910

SERVIZIO E FOTO DI ISA VOI

 13246184_10209235744151943_118400268187219208_o
Come ogni anno L’associazione “Iniziativa Due” che si dedica a favore di persone disabili, organizza domenica 22 maggio la tradizionale marcia di solidarietà con ritrovo alle ore 7.30 a Novara nella piazza antistante alla chiesa di San Martino con un percorso di 25 KM. Partenza da Novara per poi proseguire per San Pietro, Casaleggio, Vicolungo, Recetto (volontari si occuperanno alla distribuzione di bevande) e dove termina a San Nazzaro Sesia alla Madonna della Fontana, dove ci sarà un ristoro e dove i partecipanti potranno consumare il loro pranzo al sacco in allegra compagnia.

Per l’iscrizione o per informazioni: Sede: Novara, VIale Giulio Cesare 321 (tel. 0321-465122); Dipendenza: Novara Largo De Pagave 1/2 (tel 0321 399728); Negozio: Novara Viale Roma 19/b (tel. 0321 35218; Email: [email protected] Sede: Novara, VIale Giulio Cesare 321 (tel. 0321 465122).

13236271_1724811097777818_1728335106_n

foto tratta dalla “23a RASSEGNA MUSICALE CALCIT”, manifestazione organizzata per beneficenza ad Arezzo dal Maestro Greta Palazzini)

Il trio “Corde Nuove” ha intensificato nell’ultimo periodo l’attività di registrazione in studio (“La Nave”, col batterista e tecnico del suono Jacopo Bucciantini) che si traduce anche nella pubblicazione di video su Youtube (canale “Corde Nuove”). Le ultime produzioni sono “Scritta per sentire il vento”, composta da Maurizio Giustini (voce e armonica a bocca del trio) nel lontano 1986, e “Corde Nuove” (2015), dello stesso autore, che rappresenta invece la recente ricomposizione del gruppo dopo molti anni di silenzio musicale che i tre avevano riempito con altre attività artistiche (e non solo) personali.

L’arrangiamento delle canzoni è frutto di un lavoro collettivo nel quale è particolarmente importante il contributo creativo di Alberto Diamanti e Marcello Sadocchi, chitarristi e coristi del gruppo.

“Scritta per sentire il vento” e “Corde Nuove” sono canzoni diverse, nell’ispirazione e nella sostanza: la prima è evocativa di un’immagine femminile della memoria, evanescente e teatrale; la seconda è una ballata rock,che esprime un’energia nuova con elementi caratterizzanti la ricomposizione del gruppo: la chitarra con le corde nuove e il cappello, indispensabile corredo di ogni esibizione.

 

Invito Inaugurazione Aula dedicata a Peppino  Impastato

Importantissimo evento martedì 17 maggio,  alle 17, alla Scuola Primaria Paritaria Istituto San Vincenzo di Novara.
Il Dirigente scolastico suor Giuse Marzagalli è felice di invitare tutti all’inaugurazione di un’aula intitolata a Giuseppe (Peppino) Impastato, giornalista ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978, e a Felicia Bartolotta Impastato, madre del giornalista.
Questa coraggiosa mamma  ha sempre lottato affinché si scoprisse la verità sulla morte del figlio e si individuassero i responsabili.
Saranno presenti nell’aula quinta le autorità della Società Civile, della Magistratura e delle Forze dell’Ordine.
Un appuntamento molto significativo che testimonia come chi ha lottato per il bene di tutti, non viene mai dimenticato; proprio per questo Peppino Impastato e la madre sono stati definiti “Eroi di coraggio e verità”. IL SILENZIO E’ DOLO.
Vi aspettiamo numerosi.

malamanera

Fine settimana all’insegna della diversita’ per i Malamanera.

Domenica 15 maggio, infatti al Giardino delle Culture di Via Morosini, si esibiranno in un matinee’ (ore 11,00) all’insegna della cultura delle musiche del mondo,

proprio davanti allo splendido Murales di Millo, realizzato dall’ artista in occasione dell’inaugurazione del progetto di recupero dello spazio popolare, proprio un anno fa’.

La sera invece saranno protagonisti di un live piu’ intimo, presso l’Ostello Bello di via dei Medici.

Dalle 20,30 nella coinvolgente atmosfera di uno degli ostelli piu’ famosi d’Italia ad allietare avventori “indigeni” e di tutto il mondo.

image004

Lunedi 16 Maggio invece alle 22,00 (proprio quando tutto il mondo riparte per il tram tram della settimana) nei locali dello Spazio Ligera di via Padova, insieme agli Ottavo Richter, come sempre splendidi anfitrioni, potrete assistere ad un live preparato appositamente per i microfoni di Radio Popolare e per la trasmissione “Notte Vulnerabile”.

Ospite graditissimo alle percussioni David Domilici (Dans la Rue).

Due giorni in cui il “Sonido Maremmano” dei Malamanera sarà protagonista in tutte le sue sfumature, dalle più “dure” alle più “soft”, alla ricerca costante di nuove sperimentazioni.

link:

Giardino delle Culture: https://www.facebook.com/events/791439234289907/

Ostello Bello: https://www.facebook.com/events/1573047996358254/

Spazio Ligera: https://www.facebook.com/events/2010608322498301/

Official: https://www.facebook.com/MalamaneraOfficial/

COP-Doremiflo-Ambigua

Floriana Barilari, in arte Doremiflo, in radio dal 16 Maggio con il primo singolo “L’amore 3.0”, estratto dall’ Ep “Ambigua” (Riserva Sonora).

Dal 4 Giugno in tour.

Dal 16 Maggio nelle radio italiane “L’amore 3.0”, il primo e attesissimo singolo della cantautrice genovese  Floriana Barilari in arte “Doremiflo”, primo estratto dall’ Ep “Ambigua”, già disponibile nei principali digital store (distribuzione Made in Etaly).

Il cd fisico è distribuito da A&A Edizioni. A seguire il tour promozionale che al momento toccherà le città di Piombino – Livorno (4 Giugno e 2 Luglio), Bologna “Alchemica” (18 Giugno), Roma “Cotton Club” (26 Giugno) e Genova “Porto Antico” (4 Agosto).

L’amore 3.0, l’amore ambiguo, l’amore tecnologico, l’amore al di là di uno schermo, l’amore nato e vissuto sul web. I battiti di cuore diventano bit, le farfalle nello stomaco sono formattazione, le emozioni degli upload. Ma l’amore rimane sentimento, umano.

 doremiflo4

L’ Ep: “Fucsia: il colore dell’ambiguità… passionalità e freddezza, aggressività e dolcezza, maturità e spensieratezza. Un mix di ossimori per il nuovo EP di Doremiflo “Ambigua” targato Riserva Sonora, un’ etichetta discografica indipendente tra le più attive in Italia,

suoni elettro-pop dalla personalità decisa che ondeggiano tra il pop-rock frizzante e la grazia malinconica della ballad.

Doremiflo: Da piccola voleva fare la pittrice e c’era quasi riuscita con gli studi artistici, ma a 16 anni ha scritto la prima canzone, formato la prima band e da allora suona su ogni tipo di palco e non, con band, senza band, con loopstation alla “onegirlband”, unplugged nei salotti, nei locali, per strada.  Ha cominciato a 8 anni studiacchiando chitarra classica per passare poi a 18 all’elettrica, segue corsi di canto e di interpretazione. Durante l’adolescenza ha scritto a 6 mani un musical per il gruppo giovanile del suo quartiere e suonato la batteria in alcuni live.

Ha collaborato con le cantautrici dell’associazione genovese Lilith, accompagnandole alla chitarra acustica e al cajon.

Ha partecipato ad Area Sanremo 2015, è stata ospite a moltissime manifestazioni liguri per diversi anni consecutivi (Lilith festival, Festival delle Periferie, Fim, Palco sul mare, Mei, Notti bianche…), spesso ospite di varie trasmissioni su radio e tv locali.

Non è mancata nemmeno nei concorsi, arrivando spesso in finale (Superstage, Genova x Voi con colloquio in Universal, Frassuono, Rock AID 1° posto nel 2004 e 3° nel 2005). Ha diviso il palco con Nada, Tiranti, Dabbono e Viola Valentino.

 

 

Sito ufficiale:

www.doremiflo.it

 

Link youtube:

www.youtube.com/doremiflo

 

Social:

www.facebook.com/doremiflo

www.twitter.com/doremiflo

www.instagram.com/doremiflo

download (3)

 

Oggi vi presentiamo il romanzo dello scrittore Antonio De Palma,  “Il primo passo” edito da Giovane Holden Edizioni.

L’autore il 10 maggio alle ore 18:30 parteciperà alla prima presentazione ufficiale del libro presso la Libreria Vitanova di Napoli (Via Gramsci 19). Interverranno lo scrittore e giornalista Pier Antonio Toma e il Prof. Pasquale Sabbatino.

Sinossi:
Scopo e realtà: troppo spesso questa irriducibile coppia influenza il nostro modo di vedere la vita, di organizzarla secondo differenti priorità, conducendola tra le braccia di una corsa senza fine, piuttosto che a un sano percorso di autoconoscenza. Per questo motivo, dall’alba dei tempi le speranze degli uomini si sono affaccendate a cercare il senso profondo di un viaggio talvolta affascinante, talvolta noioso: queste brevi storie vogliono porsi in qualche modo nell’esatto centro della questione, alla ricerca di un equilibrio sempre più difficile da difendere. Se consideriamo, infatti, noi stessi e la nostra coscienza come lo scopo primo di ogni cosa, la volontà di conoscerci in quanto necessità irrinunciabile, ecco che ci ritroviamo catapultati nella realtà, la quale costituisce già fase finale della nostra personale ricerca. Passeremo da uno stato embrionale di volontà di conoscenza nata da atti inconsapevoli come l’innamoramento, a una maggiore consapevolezza delle verità nascoste nella società umana, nel rifiuto di essa. Viaggiare – con il corpo o con la mente – conoscere nuovi modi di concepire la vita e il modo di stare al mondo possono a volte costituire la via più rapida per una vera e propria epifania. Il primo passo può essere insomma l’ostacolo più difficile da superare, e a volte coincidere addirittura con il viaggio stesso. Perché dunque non provare a goderselo?

Dove acquistarlo:

– Amazon.it > http://www.amazon.it/dp/8863968020
– Amazon.com (eBook) >http://www.amazon.com/gp/aw/d/B01CV1GMCU/ref=mp_s_a_1_1…
– IBS.it > http://www.ibs.it/…/de-palma-antonio/primo-passo-storie.html
– Giovane Holden Edizioni >http://www.giovaneholden.it/autori-antoniodepalma.html
– Omniabook (eBook) > http://www.omniabuk.com/…/il-primo-passo-9788863968163-3523…
– su Scribd > https://www.scribd.com/…/Il-primo-passo-Storie-di-vita-attr…
– Kobo (eBook): https://store.kobobooks.com/en-us/ebook/il-primo-passo-1
– Libreria COOP (eBook) https://www.bookrepublic.it/books/publishers/giovane-holden-edizioni/

Recensioni:
http://www.letteratu.it/2016/03/25/il-primo-passo-di-antonio-de-palma-oltre-la-superficie-delle-cose/

Amazon Author Page:
http://www.amazon.com/Antonio-De-Palma/e/B01CXDQ95Q

 

Oltre 100 film in selezione, mostre, serate alpinistiche, incontri, MontagnaLibri, Parco dei Mestieri per i più piccoli… questo e molto altro.

Scopri il programma completo su www.trentofestival.it

56C3AE8E78AA2745C5BFB7187D992870

108 FILM, 108 AVVENTURE

Scopri la selezione ufficiale del Festival con le 23 opere in Concorso e tantissime altre nelle sezioni collaterali.

GRANDI NOMI PER I PROTAGONISTI DELLE SERATE EVENTO 

Reinhold Messner, Luca Mercalli, don Luigi Ciotti, Neri Marcorè, Simone Moro, Tamara Lunger, i Ragni di Lecco, saranno gli ospiti delle serate evento del Festival.

MONTAGNALIBRI COMPIE 30 ANNI

30 anni tra i libri di vetta ed esplorazione. Da Petrarca a Erri De Luca, da Dino Buzzati a Mauro Corona, “scrivere” di “montagne” è attività sempre viva e feconda.
Scopri tutti gli appuntamenti dedicati all’editoria di montagna.

Per la grande NOTTE DEL LISCIO del 21, 22 e 23 LUGLIO SULLA RIVIERA ADRIATICA

Fino al 10 giugno sono aperte le iscrizioni, aperta a tutti gli artisti “under 35” tra band, cantautori, cantanti, rapper, musicisti e artisti di ogni genere e stile,  provenienti da tutto il Paese e residenti in Italia, per reinterpretare i brani storici della tradizione della nostra Terra di Romagna.

Tra i brani storici indicati  per una reinterpretazione segnaliamo:  Romagna Mia, Il passatore, Il valzer degli sposati , Io cerco la morosa, Un bès in biciclèta, Ciao Mare, Simpatia, La Mazurka di Periferia, Romagna e Sangiovese, Romagna Capitale, solo per indicarne alcuni tra i piu’ noti.

Un elenco completo potrete trovarlo sui siti di www.casadei.it  e www.casadeisonora.it oltre ai siti di altre edizioni musicali legati alle tradizioni del Liscio di Romagna come la Galletti-Boston e di tutti gli altri editori di musica romagnola e ogni artista potrà scegliere liberamente un brano della grande musica romagnola nota in tutto il mondo.

I brani inviati via mail possono essere realizzati con ogni modalita’: con un semplice video in diretta girato con smartphone, con la registrazione di un live in diretta, con la registrazione di un brano in studio e ogni altra modalità che l’artista vorrà trovare e desidera proporre.

I brani saranno inviati via mail entro e non oltre il 10 giugno nelle modalita’: Link Mp3 leggero, Link daiTunes, Link da YouTube e/o altro canale sia video che streaming per ascolto, Modalità Wetransfer, Soundcloud, Bandcamp e altra modalità similare e devono essere inviati a : [email protected] e devono contenere un brano reinterpretato della tradizione romagnola, bio e cv dell’ artista/band, link a foto e video della band e artista, indirizzo postale completo, contatti mail e telefonici, profili sui social e quant’altro si ritenga utile e necessario con la causale “Partecipazione a Romagna Mia 2.0”

Il bando e’ lanciato dal MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti in occasione de La Notte del Liscio del 21, 22 e 23 luglio sulla Riviera Adriatica: i vincitori si esibiranno nella Notte del Liscio nella giornata di sabato 23 luglio lungo la Riviera Adriatica dove potranno eseguire il brano prescelto e rivisitato, altri brani della tradizione romagnola e brani inediti legati all’innovazione nel liscio.

Tutto il materiale deve pervenire  entro il 10 giugno e  non oltre. I vincitori saranno resi noti il 21 giugno in occasione della Festa Europea della Musica.

I vincitori ed eventuali altri selezionati saranno inseriti all’interno di una compilation on line che sara’ lanciata a fine giugno 2016  in contemporanea con il lancio della Notte del Liscio.

Al vincitore andrà:

Un anno di fornitura di piadine romagnole del Consorzio della Piadina Romagnola e un soggiorno turistico di tre giorni sulla Riviera Adriatica offerto da Apt Emilia Romagna  dal 21 luglio al 24 luglio 2016 compresi

La registrazione del brano a cura del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, la pubblicazione del cd singolo del brano con videoclip e la messa on line per distribuzione digitale e l’esibizione a La Notte del Liscio di sabato 23 luglio

e l’apertura a un concerto delle due orchestre di Mirko Casadei e Moreno Conficconi e all’apertura del #Nuovo Mei 2016, dal 23 al 25 settembre a Faenza, e in altre occasioni eventuali.

Al secondo classificato andrà:

Sei mesi di fornitura di piadine romagnole del Consorzio della Piadina Romagnola  e un week end sulla Riviera Adriatica offerti dall’Apt Emilia-Romagna dal 22 luglio al 24 luglio compresi

La registrazione del brano a cura di Moreno Conficconi e l’esibizione pomeridiana alla Festa sulla Spiaggia di sabato 23 luglio

Al terzo classificato andrà:

Tre mesi di fornitura di piadine romagnole Consorzio della Piadina Romagnola  e un week end sulla Riviera Adriatica offerto dall’Apt Emilia-Romagna dal 22 luglio al 24 luglio compresi

La registrazione del brano a cura di  di  Mirko Casadei e l’esibizione pomeridiana sulla Festa della Spiaggia di sabato 23 luglio

Al vincitore inoltre andrà una fornitura speciale di Piadine Romagnole tradizionali offerte da Piadiniamo, evento che si tiene a Savignano sul Rubicone dal 21 al 24 luglio.

Potranno essere assegnati altri premi e menzioni speciali.

Il numero zero dello scorso anno vide la vittoria dei Kachupa con la versione 2.0 di Romagna Mia in chiave folk-world che esce ora su cd e vedra’ la partecipazione del gruppo grazie alla vittoria alla Notte del Liscio 2016.

I vincitori saranno dichiarati dalla giuria composta da Giordano Sangiorgi del MEI, il cantante e musicista Moreno Conficconi, il cantante e musicista Mirko Casadei,  Mirco Mariani, co-fondatore di ExtraLiscio e leader di Saluti da Saturno,

la promoter Carolina Casadei  e l’organizzatore Marco Barbieri e saranno resi noti entro il 21 giugno in occasione della Festa della Musica.

Per informazioni:

Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti

0546.646012

E-mail: [email protected]

Sito: www.meiweb.it