razzismo

Gli studenti di una scuola secondaria realizzano un lavoro contro il razzismo

Cari lettori, oggi vi voglio presentare un interessantissimo lavoro didattico, con progetto letterario, contro il Razzismo realizzato dagli studenti di una scuola di I grado di Novara  a favore delle disuguaglianze.
Gli studenti hanno letto brani di diversi scrittori anche contemporanei, hanno affrontato  letture giornalistiche e tratto riferimenti cinematografici artistici e della società contemporanea per riflettere sul concetto di diversità come arricchimento.

5b3f4339-b3cd-48f5-a2a9-65cffb41c271

Inoltre, sono stati  letti articoli della Costituzione italiana da dove i ragazzi hanno tratto il concetto che nella Diversità le persone sono tutte uguali.

59089dcb-dcf9-4dc1-a68d-2d4510516bed

dce46292-9bd1-40b0-845b-787c581fe329b5b1f1b3-e881-4337-aa23-30f21b0797b1cec8a83a-53b9-4993-98f6-df92c602beb5e2a4c79e-1488-4d64-84c8-4457e4ce7c79

 

IMG-20160926-WA0003

Il Dirigente dell’Istituto Margherita Hack di Novara  dott. Pierino Carnevale insieme ad altri ospiti presenti

 

Grandi emozioni e soddisfazioni per gli studenti dell’Istituto Comprensivo Margherita Hack di Novara, che alcuni giorni fa sono stati premiati per due importanti concorsi regionali.

I ragazzi della scuola secondaria  “Morandi” , infatti, hanno ricevuto significativi riconoscimenti dall’Istituto Storico della Resistenza P. Fornara e dall’Associazione Psicologia Utile, per la realizzazione dei progetti “Costituzione che passione” e “Cibo e memoria”.

La professoressa Rosanna Raho ha coordinato i progetti su due classi dell’Istituto, la 3 B e la 3 D; gli alunni hanno realizzato un video e 150 lavori per concorso (testi, cartelloni, materiali plastici) “allargando” e approfondendo le lezioni di Storia e Cittadinanza e Costituzione.

IMG-20160925-WA0047

Alcuni ragazzi con la professoressa Rosanna Raho dell’Istituto Margherita Hack di Novara

La cerimonia si è tenuta presso la scuola secondaria di primo grado “Margherita Hack”, dove sono stati rilasciati premi a insegnanti , studenti e  coordinatori di progetti didattici dell’anno scolastico 2015/2016 che hanno coinvolto scuole di ogni ordine e grado.

Vivo l’interesse della platea che ha condiviso la visione di filmati e l’illustrazione dei lavori presentati, acquisendo preziose testimonianze storico-didattiche .

“Nelle scuole si può imparare – ha sottolineato una delle promotrici dei concorsi, la dott.ssa Elena Mastretta – con metodi innovativi e tecnologici, per niente banali, riuscendo a imparare molto di più dalla storia”.

IMG-20160926-WA0002 (1)

Alcuni momenti della cerimonia

A conclusione della cerimonia, il Dirigente dell’Istituto Margherita Hack, dott. Pierino Carnevale,  è intervenuto sottolineando che “la Costituzione italiana sul tema della libertà è il principio fondante dell’istruzione”.

IMG-20160926-WA0001 (1)

Il Dirigente della scuola Pier Lombardo, dott. Bresich, ha sottolineato inoltre come sia fondamentale il lavoro di bravi insegnanti che lasciano traccia di cultura e di formazione importanti non solo agli alunni, ma anche alle famiglie.

Complimenti a Ragazzi, Dirigenti e Docenti!

 

L’opera realizzata da una studentessa di 3 D

Importante riconoscimento per gli studenti dell’Istituto Comprensivo Margherita Hack di Novara.

I ragazzi della scuola secondaria  “Morandi” , infatti, sono risultati vincitori di ben due progetti tra quelli organizzati dall’Istituto Storico della Resistenza P. Fornara e dall’Associazione Psicologia Utile: “Costituzione che passione” e “Cibo e memoria”.

Questi progetti, rivolti a tutti gli studenti della regione Piemonte,  sono stati svolti durante l’anno scolastico 2015/16: la scuola secondaria Morandi è risultata partecipante con il massimo numero di lavori prodotti.

Tra gli altri progetti presentati, c’erano anche “Nutriziopoli” e “Novara nella Resistenza”.

IMG-20160913-WA0002

La professoressa Rosanna Raho ha coordinato i progetti “Costituzione che passione” e “Cibo e memoria” su due classi, la 3 B e la 3 D; gli alunni hanno realizzato un video e 150 lavori per concorso (testi, cartelloni, materiali plastici) “allargando” e approfondendo le lezioni di Storia e Cittadinanza e Costituzione.

Created with Nokia Smart Cam

Il lavoro svolto da un alunno di 3 B

La premiazione avverrà domani alle 10.30 presso la scuola Morandi.

 

20160520_224243

Il Dirigente Scolastico Salvatore Palvetti e alcune insegnanti del Liceo Artistico Casorati di Novara

Una serata all’insegna della cultura, della condivisione e dell’educazione quella che si è svolta venerdì scorso presso l’Istituto Omar di Novara.

Durante l’incontro è stato presentato il progetto “Due scuole camminano insieme”, che ha visto arte e tecnologia incontrarsi per sfociare in un prodotto comune: la realizzazione del libro “Rivisitiamo il barocco”.

Tre classi dell’Istituto Omar e una del Liceo Artistico Casorati hanno realizzato il volume, sia in versione cartacea sia digitale, quest’ultima accompagnata da slide, musica registrata dal vivo e filmati.

Con l’aiuto dei validi e motivati insegnanti, gli alunni hanno collaborato per osservare e approfondire il tema dell’arte barocca novarese, svolgendo attività e ricerche anche al di fuori della vita scolastica.

Gli studenti hanno avuto la possibilità di visitare le chiese e i monumenti barocchi di Novara e di “rivisitarli” attraverso due linguaggi diversi: quello artistico e quello tecnico. Questo percorso didattico ha permesso inoltre ai giovani coinvolti di avvicinarsi con interesse alla cultura e all’arte.

20160520_230423

Dopo i saluti dei Dirigenti scolastici Dott. Arch. Salvatore  Palvetti, dott. Ing. Franco Ticozzi e delle Autorità, gli allievi dell’Istituto Musicale Casorati hanno regalato un emozionante momento musicale.

20160520_223916

Alcuni studenti coinvolti nel progetto didattico

Ospiti e genitori hanno ascoltato con curiosità la presentazione del volume, apprezzando particolarmente gli interventi degli studenti dell’Itis Omar e del Liceo Casorati impegnati nel percorso formativo.

20160520_222636

Il momento musicale finale

Dopo la visita alla Mostra del Seicento Barocco allestita presso la sala museale di archeologia industriale dell’Omar, i presenti sono stati coinvolti in un elegante e suggestivo buffet, gestito dai gentilissimi studenti.

Durante l’aperitivo è stato organizzato un momento musicale, molto apprezzato dai presenti, curato dai professori Giovanni Crola e Marino Mora e i ragazzi del Liceo musicale. A questo è seguita l’originale esibizione della “Omar band” .

20160520_223521

20160520_223049

20160520_22370820160520_224834

20160520_224903

20160520_222704

 

 

20160520_22342920160520_222721

SERVIZIO DI ISA VOI