Di anime e di specchi: Lo specchio e le energie..per ritrovare la nostra Casa..

download (1)

Lo specchio non riflette solo la tua immagine perché, se lo osservi bene, con lo sguardo dell’anima intendo, lì dentro ci sei tu, il tuo passato, i tuoi legami , ciò che gli altri hanno lasciato in te e le tue vite passate… già parlo proprio di quell’evoluzione, quel percorso che la tua anima ha compiuto chissà da quante vite, e ogni volta reincarnandoti, hai la sensazione di dover ricominciare da capo!
In questa mia vita ho scelto di nascere capricorno (standing ovation per i migliori dello zodiaco please!!!)…. testa dura ,determinazione a mille, necessità totale e mentale di controllare tutta la mia realtà….che lavoraccio! Pensate a quante energie ho dovuto spendere per tentare di credere che esistesse qualcosa di diverso, di più grande di quel corpo riprodotto fedelmente dallo specchio… credo in ciò che vedo, il mio motto….eppure non funziona proprio così amici….i sogni, le sensazioni, l’intuito, i deja vue, gli odori, gli sguardi…quella familiarità che provi incontrando alcune persone e anche , perché no, l’antipatia alla sola vista di altre….
No! Dovevo capirci qualcosa!
La verità è dentro a quello specchio ho intravisto una porta, ho avuto il coraggio di aprirla e mi si è presentato un nuovo mondo.
Improvvisamente ho attirato nel mio percorso decine di persone diverse, speciali, pronte a condividere con me il loro sentire, il loro desiderio di ricercare, di credere che al di là dell’immagine riflessa in cui siamo immersi quotidianamente, ci sia dell’altro, che ci sia davvero un senso….da quel momento sono cambiati i colori, ho iniziato pian piano a concepire le sfumature e ad ammettere l’esistenza del grigio.
Da dove veniamo?Chi siamo? Dove andiamo? Si interrogava tra i tanti Gaugain….l’arte, la letteratura, la musica, la poesia, sono tutte, passatemi il termine, “attività umane” in cui l’uomo entra in contatto con il suo spirito, con l’essenza, con quella fiamma divina che è alla base dell’esistenza, no caro lettore non parlo di Dio….solo perchè non voglio dare un’accezione religiosa a queste mie parole: parlo di origine, di una mano sapiente, di Creazione.
Immagina per un secondo un’enorme fonte di energia bianco azzurra, che all’improvviso si divide in miliardi di piccole fiamme, di minuscole parti, il cui compito è di sperimentarsi passando attraverso l’esperienza per conoscersi, per comprendere davvero cosa è buio, cosa è luce, cosa è bianco e cosa è nero, cosa è dolce e cosa è amaro…..passare attraverso la conoscenza degli opposti, sperimentarsi in chissà quante vite per capirsi e finalmente fare rientro a Casa, ricongiungersi alla Deità e sentire l’Unità.
Questo avrei voluto mi spiegassero da bambina, forse avrei compreso più velocemente frasi come “ama il prossimo tuo come te stesso”;forse anzichè risposte, avrei preferito mi insegnassero a farmi delle domande, a chiedermi cosa voglio essere e a scegliere di Essere …e forse oggi davanti allo specchio della mia vita mi vedrei diversamente!
Ma tutto è esattamente come doveva…nulla è perduto…davanti al mio specchio ora ci sei anche tu, a leggermi,a incuriosirti,e chissà forse davvero domani anche tu inizierai una tua personale ricerca, quella che ci consentirà un giorno di ritrovarci a Casa.

 

di Tiziana Napoli
Top Dance and Show
Precedente STUDIO SULLA GRAZIA - Debora Giordi Successivo Le filastrocche di Marzia Cabano

Lascia un commento

*