Il sindaco Ballarè soccorre un anziano signore colto da un malore

20160523_175943
Il sindaco Ballarè subito dopo l’aiuto prestato all’anziano signore

Un tardo pomeriggio malinconico che mi ha fatto riflettere molto su quello che ho vissuto oggi insieme a una mia collega-amica.

Stavo tornando a casa, come ogni pomeriggio, e mentre aspettavo il solito pullman in piazza Cavour chiacchierando con Rosaria, all’improvviso un anziano e distinto signore si è accasciato a terra, inerme.

La tristezza è stata grande forse perché ero abituata a vedere spesso quello sconosciuto signore girare quotidianamente sui mezzi pubblici, alle prese con i suoi impegni quotidiani. Persone con cui non si parla ma che ci sono in qualche modo familiari e che fanno parte inconsapevolmente della nostra vita quotidiana.

I presenti, tra cui due giovani, hanno prestato subito i primi soccorsi.

Poco più in là, impegnato in un colloquio di lavoro con alcuni suoi collaboratori, si trovava il sindaco Andrea Ballarè che, discretamente, ha assistito alla repentina scena.

Senza esitare un attimo, ha abbandonato le persone con le quali si trovava in compagnia e si è avvicinato correndo verso l’anziano signore, confortandolo in prima persona e accertandosi che si fosse ripreso dal malore.

Ha atteso, insieme ai presenti, che costui riprendesse completamente i sensi e che le sue condizioni di salute fossero decisamente buone: quando è arrivato il pullman che avrebbe portato a casa l’anziano, lo ha accompagnato personalmente sopra il mezzo, avvisando l’autista e assicurandosi che quest’ultimo si prendesse cura dell’uomo, che conosceva.

Nonostante l’evento triste, una cosa mi ha riscaldato il cuore: per fortuna, ogni tanto, oltre alle notizie brutte abbiamo la fortuna di assistere a episodi belli, come quello di oggi.

Una cosa mi ha colpito profondamente. Quando ho informato la mia amica che uno dei soccorritori dell’uomo era il sindaco Ballarè, lui ha risposto con grande umiltà: “Ho fatto solo ciò che ogni cittadino avrebbe fatto e ciò che era giusto fare” – mostrandosi in quel momento totalmente disinteressato alla politica – La cosa importante ora è che il signore stia bene”.

Poi, pensieroso e amareggiato per l’accaduto, si è aggiunto nuovamente ai suoi collaboratori, che nel frattempo si erano avvicinati, e pian piano si è allontanato.

E’ stato bello vedere con i propri occhi un politico che in quel momento ha abbandonato spontaneamente  i panni del suo ruolo e si è mostrato un vero cittadino, col cuore “sul campo”.

Grazie per questo momento sincero di generosità.

E soprattutto un grande augurio all’anziano signore.

20160523_175946

20160523_180001
Il sindaco Ballarè assicuratosi delle buone condizioni del signore, si allontana con i suoi collaboratori

ISA VOI

Precedente Il giardino degli aranci: LOVE FROM IL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO 2016 Successivo A Torino "Saving the beauty", l'evento cittadino di teatro sociale e di comunità

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.