La parola alle lettrici

Voglio ringraziare Maria Teresa Pretorino, mamma di tre splendidi bambini e insegnante presso una scuola dell’infanzia, che dopo aver letto il mio romanzo “Il cuore che non c’è”, ha voluto regalarmi queste bellissime parole e profonde riflessioni. Grazie Maria Teresa!

“Mi piace il tuo modo di scrivere fluido e chiaro. Le parole sembrano scorrere come in un fiume ed in questo rincorrersi armonioso compongono frasi importanti, concetti importanti…E scorrendo, trasportano…messaggi importanti … La storia è triste, cruda e purtroppo realistica…in questo mondo folle! E’ una sotira però umanizzata dalla forza, dalla determinazione, dalla dignità dei protagonisti.
Mi piace questo far emergere quanto può essere “grande” un essere umano di fronte  alla brutalità che la vita a volte riserva, quasi a voler testimoniare la superiorità dei protagonisti dei tuoi romanzi….


Precedente Psicologia: Genitori adottivi ? GENITORI Successivo

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.