couc cous
A SELEZIONARLI UNA GIURIA PRESIEDUTA DALLA FOOD BLOGGER SONIA PERONACI

LA 20^ EDIZIONE DELLA RASSEGNA DAL 15 AL 24 SETTEMBRE A SAN VITO LO CAPO

Al via le selezioni per gli chef italiani che si sfideranno alla prossima edizione del Cous Cous Fest, la 20^ in programma a San Vito Lo Capo dal 15 al 24 settembre prossimi. Torna, infatti, anche quest’anno il “Bia CousCous Chef Contest”, la terza edizione del concorso volto a selezionare i cuochi che gareggeranno al Campionato Italiano Bia CousCous in programma a San Vito Lo Capo il 16 e il 17 settembre.

Partecipare alle selezioni è facile: fino al 30 giugno gli chef possono iscriversi online sul sito https://contest.couscousfest.it/ caricando la loro ricetta di cous cous insieme a una foto e una descrizione del piatto. Sarà Sonia Peronaci, una delle food blogger più influenti d’Italia, a presiedere la giuria tecnica che valuterà le candidature ricevute. Tra tutti i partecipanti ne saranno selezionati 6: 5 scelti dalla giuria tecnica e uno dagli utenti sul web che possono votare, sulla stessa piattaforma, il loro preferito. I sei chef selezionati si sfideranno sul campo a San Vito Lo Capo, preparando la loro ricetta. Il vincitore entrerà a far parte della squadra italiana in gara al Campionato mondiale di cous cous che vedrà la partecipazione di chef provenienti da 10 paesi del mondo giudicati, quest’anno, da Joe Bastianich, l’imprenditore statunitense di origini italiane partner e fondatore di Eataly Usa, noto in Italia grazie alla partecipazione come presenza fissa tra i giudici di Masterchef Italia.

Il regolamento del concorso, intitolato a Bia CousCous, azienda leader nella produzione di cous cous a livello europeo e mondiale nella produzione di cous cous biologico, con sede ad Argenta (Fe), si trova sul sito contest.couscousfest.it.

Sarà un’edizione speciale quest’anno per il Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell’integrazione culturale che festeggia il suo ventennale con un programma che vedrà in scena grandi ospiti ed artisti internazionali. La rassegna è organizzata dall’agenzia di comunicazione Feedback in partnership con il Comune di San Vito Lo Capo. Da venerdì 15 a domenica 24 settembre 2017 saranno dieci giorni appuntamenti tra gastronomia, cultura, musica, spettacolo. Tra le novità di quest’anno i Celebrity cooking: vip e personaggi dello spettacolo, smessi i panni di attori, presentatori o subrette, cucineranno per i visitatori della rassegna dando vita ad appuntamenti all’insegna del gusto e del divertimento. Già confermati, inoltre, i primi artisti che si esibiranno in concerto gratuito durante le serate del festival: Jarabe de Palo, Francesco Gabbani e Joe Bastianich and The Ramps. Presto saranno resi noti gli altri artisti che completeranno il palinsesto musicale.

Maggiori informazioni sul sito www.couscousfest.it
Infoline: Ufficio turistico di San Vito lo Capo, tel. 0923 974300

Facebook: https://www.facebook.com/CousCousFest

Twitter: https://twitter.com/Cous_Cous_Fest

Instagram: couscousfest

VERZE
Ingredienti per 4 persone:
·         250 g di riso superfino per risotti
·         600 g di cavolo verza
·         ½ bicchiere di vino bianco secco
·         ½ cipolla
·         60 g di burro
·         ¾ di l. di brodo ben saporito (2 dadi)
·         2 cucchiai di formaggio grana grattugiato 
Pulire il cavolo verza staccando le foglie ed eliminando le coste centrali dure; lavarle più volte in acqua corrente e tagliarle a striscioline. Scottarle per un minuto in una pentola con acqua salata in ebollizione , quindi scolarle accuratamente.
Tritare finemente la cipolla; metterla in un tegame e farla appassire, con 30 grammi di burro, a fuoco moderato. Aggiungere le verze appena preparate e farle rosolare  per 2-3 minuti; unirvi il riso e farlo tostare per un paio di minuti mescolando con un cucchiaio di legno. Versarvi il vino bianco secco e farlo evaporare a fuoco vivace . Aggiungere, poco alla volta, il brodo bollente mescolando di tanto in tanto e far cuocere il riso per 15-18 minuti.

Togliere il tegame dal fuoco, aggiungere il burro rimasto diviso a pezzetti e il formaggio grana grattugiato; mescolare e servire subito in tavola.

E’ veramente un piatto da…leccarsi i baffi!

FRITTATA
Ingredienti per 4 persone:
  •  6 uova fresche;
  • 4 cucchiai di latte;
  • 1 cucchiaIo di sugo al pomodoro o ragù;
  • 1 scatola di tonno;
  • aromi per soffritto;
  • 10 gr. di burro;
  • sale;
  • 10 gr. di prezzemolo tritato;

Prendete il tonno e mettetelo in una fondina; fatelo stemperare con un cucchiaio di ragù o sugo al pomodoro, aiutandovi con una forchetta.
Unite poco alla volta i 4 cucchiai di latte fino ad ottenere una crema rossa dalla consistenza morbida.
In una terrina rompete le 6 uova, unite due prese di sale e sbattete il composto con una forchetta  solo il tempo per amalgamare i tuorli con gli albumi. Unite il prezzemolo tritato e date un’ultima mescolata al composto a base di uova.

Prendete una padella antiaderente con il manico lungo e le pareti basse e fatevi sciogliere a fiamma dolce il burro e gli aromi disidratati, mescolando il soffritto con i rebbi della forchetta- Dopo un minuto versate il composto di uova, alzate la fiamma  e muovete la padella in modo che il composto  si distribuisca in modo uniforme.

Quando la frittata si sarà rappresa, staccatela lungo i bordi della padella  e fatela  scivolare su un piatto. Capovolgetela  e fatela cuocere  sull’altro lato; trasferitela quindi in un piatto da portata; potete servirla subito in tavola , ma è buona anche fredda.
Si può decorare il piatto con foglie di prezzemolo e un pomodoro.

Una ricetta semplice ma buonissima!

zucchine

 

Zucchine all’agro

Ingredienti per 4 persone:

  • 700 gr. di zucchine piccole e sode
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 4 cucchiai di aceto bianco (o balsamico per un piatto più aromatico)
  • uno spicchio d’aglio
  • un ciuffo di basilico
  • sale e pepe

Lavate le zucchine, spuntatele alle due estremità e tagliatele a rondelle spesse circa 1/2 centimetro.
Lavate e asciugate il basilico e spezzatelo con le mani per non disperderne l’aroma.

Scaldate l’olio in una padella antiaderente e rosolatevi per circa 1 minuto l’aglio sbucciato.
Eliminatelo e mettete nel tegame le zucchine.
Fatele cuocere 5 minuti a fuoco medio mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno finchè cominciano a prendere colore.
Insaporite con sale, pepe e aceto e fate consumare il liquido 5 minuti.

Versate nella padella anche il basilico e lasciate le verdure sul fuoco ancora 1 minuto.
Trasferite le zucchine sul piatto di portata e servite.

Le zucchine all’aceto sono squisite anche il giorno dopo, fredde.

PATATE

Patate gratinate al forno

Ingredienti per 4 persone:
  • 600 gr. di patate a pasta gialla
  • 3 cucchiai di grana
  • 1 litro di latte
  • 1,5 di panna da cucina
  • 1 foglia di alloro
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 1 cucchiaio di burro
Pelate le patate, lavatele e tagliatele a fettine sottili. Salate e pepate.
Mettetele in una padella antiaderente a bordi alti, copritele con il latte, unite l’alloro e portate ad ebollizione.
Fate cuocere 10 minuti a fuoco medio.
Intiepidite la panna, salatela e profumatela con la noce moscata.
Imburrate una pirofila e trasferitevi le patate.
Condite con la panna e ponete la teglia in forno caldo a 180 gradi. Cuocete 15 minuti.
Spolverizzate le patate con il grana e gratinate ancora 5 minuti.
Consigli:
CON GLI AVANZI:  preparate il gratin con patate lesse avanzate che mettete subito in forno con la panna, il burro e il formaggio grattuggiato.
DETTAGLI:
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 30 minuti
Calorie: 290 a porzione

sogliola

Una ricetta economica al giorno nei tempi di crisi: Sogliola alla mugnaia

Ingredienti per 4 persone:
  • 4 sogliole di 200 g l’una
  • 100 g di burro
  • 8 cucchiai di farina bianca
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • il succo di un limone
  • sale
Spellate la sogliola. Incidete la pelle sul lato scuro alla base della testa. Afferratene un lembo saldamente (aiutandovi con un panno o con della carta) e tirate con decisione verso la coda. Il lato chiaro non va toccato.
Svuotate il pesce. Fate un taglio circolare dietro la testa (dal lato già spellato): i visceri della sogliola si trovano qui. Estraeteli aiutandovi con un dito . Se volete, potete tagliare pinne e coda.
Fondete metà del burro a fuoco dolce in una padella piuttosto ampia (dovrebbe contenere almeno 2 sogliole). Alzate la fiamma e fatelo spumeggiare. Se preferite, potete utilizzare metà olio e metà burro. Nel frattempo preparate le sogliole.
Versate la farina in un piatto piano. Passateci i pesci, uno alla volta, sui due lati. Scuoteteli leggermente per eliminare la farina in eccesso. Potete anche tuffare le sogliole rapidamente nel latte prima che nella farina: prenderà meglio.
Adagiate le sogliole nel burro spumeggiante senza sovrapporle.
Abbassate leggermente la fiamma per evitare che la pelle del pesce si scurisca troppo prima che la cottura sia terminata.
Lasciate dorare per 4-5 minuti.
Voltate le sogliole con molta delicatezza, aiutandovi con due palette rettangolari per non romperle. Cuocete i pesci per altri 3-4 minuti, trasferiteli su un piatto di portata riscaldato e continuate con altre sogliole.
Sistemate di nuovo la padella sul fuoco, dopo aver messo in caldo tutte e quattro le sogliole. Versate l’altra metà del burro nella padella e fatelo sciogliere.
Aggiungete al burro fuso il succo di limone e il prezzemolo tritato. Mescolate velocemente, quindi distribuite questo fondo di cottura sulle sogliole. Servite subito.
VARIANTE: per dare un sapore più mediterraneo, dopo aver infarinato il pesce, passatelo in un trito di erbe aromatiche (timo, prezzemolo, rosmarino, erba cipollina e finocchio selvatico). Cuocete la sogliola e unitevi il succo di limone.

cavolfiori

Una ricetta economica al giorno nei tempi di crisi: Cavolfiore in pastella

Ingredienti per 4 persone:
  • 800 gr. di cimette di cavolfiore
  • 100 gr. di farina
  • un tuorlo
  • un bicchiere di birra chiara
  • un cucchiaio di olio di oliva
  • 2 bicchieri di olio per friggere
  • sale e pepe
Lavate il cavolfiore eliminando i gambi più duri. Mescolate in una ciotola la farina con l’olio di oliva e il tuorlo. Usate una frusta perché non si formino grumi.
Versate a filo la birra sempre mescolando, fino a ottenere una pastella fluida. Salate, pepate e fate riposare 30 minuti.
Lessate 5-6 minuti le cimette in acqua bollente salata e scolatele al dente. Fatele asciugare all’aria su un panno e nel frattempo scaldate l’olio per friggere in una padella antiaderente.
Tuffate le cimette, poche per volta, nella pastella, raccoglietele con una forchetta e mettetele a friggere.
Cuocete 4-5 minuti sempre poche per volta, voltandole da tutte le parti, fino alla doratura.
Scolatele man mano su carta assorbente.
Servite le frittelle bene calde.
IL SEGRETO IN CUCINA: Perché il cavolo mentre bolle non dia cattivo odore, ponete sotto il coperchio un panno imbevuto d’aceto.
CURIOSITA’: La cottura al vino rientra nella tradizione dell’Italia centro-settentrionale, mentre in Puglia e Sicilia è sempre stato usato l’aceto, che nei climi caldi favorisce la digestione delle pietanze molto ricche.

IMG_20160524_134241