“Anna va alla scuola materna”: leggiamo la storia e risvegliamo i dolci ricordi della nostra vita scolastica

Colora questo disegno che rappresenta una scuola con dei bambini felici.
Dopo, rappresenta graficamente tutto ciò che ricordi di quando andavi a scuola: maestre, giochi, amici, attività, momento mensa, nanna, ecc…


Cari lettori,

In questo periodo di emergenza e di difficoltà insegnanti, genitori e bambini si sono trovati immersi in un mondo sconosciuto e impegnativo che si chiama DAD.

Pc, videochiamate, messaggi, stampante: tutte pratiche che, purtroppo, stanno cercando di sopperire e sostituire tutto ciò che non posiamo più fare a scuola.

Niente più abbracci, niente più sguardi diretti, nessuna lite innocente tra bambini, e così via…E’ molto dura e il mondo vero della scuola ci manca molto, anzi moltissimo. Tutte le cose che prima ci sembravano scontate come alzarsi la mattina, fare il percorso per andare a scuola, salutare gli amici, abracciare le maestre, ecc…ora ci appaiono irraggiungibili e tanto desiderate. Ma presto potremo ritornare a fare tutte queste bellissime azioni, perchè…andrà tutto bene!

Per questo oggi vogliamo proporvi la lettura del libro “ANNA VA ALLA SCUOLA MATERNA” di  Kathleen Amant.

Ascoltando questa storia i bambini potranno ripercorrere dolcemente i loro ricordo e risvegliare le loro emozioni.

infine, i piccoli potranno divertirsi con due semplici attività.

Il video è stato realizzato dalla simpaticissima Donatella Neri di Novara, studentessa al 5° anno al corso di formazione primaria dell’Università Bicocca di Novara.

Buon ascolto!

Precedente "Essi vennero" di Raffaele Fiorillo: una storia di Primo Contatto interamente ambientata in Italia Successivo "Uniti anche se a distanza", la storia della coccinella Pallino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.