Poesie per bambini: LE STAGIONI…

FILASTROCCA DELLE STAGIONI

Filastrocca delle stagioni

tante giacche con i bottoni,

per l’inverno sono bianchi

come grandi fiocchi stanchi,

in primavera sono arancioni

come fiori sui balconi,

sui golfini per l’estate,

sono azzurri come fate,

son celesti come il mare

come perle  molto rare.

Quando alfin la nebbia scende,

il bottone è li’ che pende…..

Le stagioni

L’inverno disegna la neve sul quaderno,

la primavera odora di fiori mattina e sera,​

l’estate offre gelati ed insalate,

l’autunno infine ravviva le cantine!

CALZETTE E CALZETTONI

La filastrocca delle stagioni

porta in inverno i calzettoni,

fuori fa freddo,scende la neve

bianca ,bianca,lieve,lieve.

In primavera,le calze fini,

avvolgono appena i veloci piedini,

sbocciano fiori di tanti colori

nell’orto e nei prati son mille gli odori!

Durante l’estate la calza va a nanna,

al massimo un paio color della panna!

Arriva l’autunno,le calze son grigie,

ne metto  un  sacchetto nelle valigie…

Le rondini partono,vanno lontano

ed io le saluto con la mia mano.

Torna l’inverno,nel fuoco i tizzoni,

nei piedi  dei rossi e bei calzettoni
Marzia    [email protected]

Messaggi d’autunno

La finestra è già chiusa,

la canotta si riusa !

Si vendemmia nelle vigne,

si raccolgono le pigne,

si raccoglie tanta frutta,

la nebbia non è brutta!

La festa dei nonnini,

foglie gialle nei giardini,

la rugiada mattutina

dona perle ogni mattina,

un frizzante venticello

ci risveglia un po’ il cervello…

Vanno per i campi corvi e pavoncelle

a cercare i chicchi rimasti e le noci piu’ belle!

Gli scoiattoli fanno provviste

di tutto un po’ : cose mai viste!​

Nei giardini i ricci all’imbrunire

vanno a cercarsi un posto per dormire.

La scuola si popola di bambini:

è tornata l’ora dei grembiulini!

Pioggia di fine estate

In autunno fitta scende,

io la guardo tra le tende

ed un poco mi rattristo

perché vedo un vero misto

di tristezza e di melanconia,

quasi una lenta, lenta agonia

di un’estate che non vuole andare,

che monti e mare non vuol lasciare

E’ o non è? Com’è bello andar per funghi

per i sentieri stretti e lunghi

dei boschetti fitti e verdi.

,Quasi quasi ti ci perdi

per la foga di vedere

un cappello o foglie nere ?

Tante volte c’è l’inganno

perché viene un po’ d’affanno

se tu scopri un bel porcino

che poi è solo…un sassolino

da una foglia ben coperto!

Che peccato ! Pero’ mi diverto,

prima o poi dentro al cesto

ci metto qualche noce e qualche funghetto!



PRIMAVERA

Primavera vien di sera

e profuma la fioriera.

Estate vien di giorno

e scalda tutto intorno,

autunno vien di notte

e lascia le ossa rotte,

l’inverno,di mattina,

fa ricami con la brina!

Estate 2018

Sto a galla col salvagente,

non me ne importa niente,

e anche se non so nuotare

io adoro proprio tanto  il mare!

Non faccio tuffi dalla scogliera

ma mi diverto da mattina a sera

a cavalcar le onde, quelle piccoline,

le amiche dei bambini e delle bambine…

Se stai a galla con il salvagente,

agli altri non gliene importa niente

perché il mare, sai,  è di noi tutti

pure i cavalloni, la schiuma  e i flutti!

PERCHE’?

Cade la pioggia quando non deve

chi non ha sete beve e poi beve,

inzuppato al limite  ormai è il prato,

il muro di casa è grigio e bagnato,

dalla sua cuccia non esce il cane,

hanno l’ombrello persino le rane

non cantano piu’ neppure i fringuelli

e pure loro stan sotto gli ombrelli!

La primavera è ormai inoltrata,

lo annuncia il calendario, non l’insalata

che viene su piano pianino

mentre è impossibile seminar lo zucchino…….

Perché? Perchè tutto questo?

Siamo in attesa,primavera,fai presto!

ESTATE

Sono in vacanza,l’estate avanza!

Corro nei prati,

mangio gelati!

Mi tuffo nel mare

poi vado a pescare,

poi faccio castelli

con formine e secchielli!

I compiti  da fare?

E’ presto per pensare…

A fine luglio mi ci metterò

ma intanto sogno una nave con l’oblò

a cui ammirare il bordo del mare,d

a cui vedere i pesci guizzare

.BUONE VACANZE A TUTTI,

TRA LE STELLE ALPINE OPPURE TRA I FLUTTI!

E’ SCOPPIATA L’ESTATE

E’ scoppiata ormai l’estate

con le ciabatte e con le insalate,

con il tonno in scatoletta,

col picnic sopra all’erbetta,

col bicchiere alle fontane,

coi panini col salame,

con il bagno nel torrente,

con le sagre e tanta gente…

E’ scoppiata ormai l’estate!    

        Le magliette son sudate!

ECCO L’ESTATE

Quanti uccellini salutano il mattino,

quante farfalle intorno al fiorellino,

quante mosche un po’ noiosette

ci ronzano intorno ( le” faremmo a fette”),

quante lucertoline sul muretto

si scaldano ,poi vanno nel buchetto,

quante zanzare ci punzecchiano di notte,

con loro ci vorremmo fare a botte !

Quanti calabroni neri sfrecciano , ma lenti,

meglio non guardarli e stare attenti!

Quanti moscerini intorno alla frutta,

con una nuvola la coprono tutta!

Anche questa è l’estate sapete,

ci sono gli insetti ,gli animaletti e c’è sete! 

di   Marzia Cabano

CON TE MI RINFRESCO

Pioggia  d’estate,

capelli di fate,

lunghi e argentati,

sciolti nei cieli annebbiati

dall’afa ,dalla calura,districati

 con curada un pettine di vento…

Pioggia d’estate, io sono contento,

con te mi rinfresco

poi rincaso e riesco !    

di Marzia Cabano

Precedente Appuntamenti di Novembre alla Biblioteca ragazzi di Novara Successivo "IN CAMMINO", di Avantage Jr Samuele Goury

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.