Un nuovo successo per Chiara Gamberale: “Adesso”? Un romanzo nato da un’urgenza interiore”

12728858_10153560751319563_6924014200473715844_n

Autrice di moltissimi libri nonostante la giovane età, Chiara Gamberale è pronta a stupirci con un nuovo romanzo, “Adesso”, che lascerà un segno indelebile nei lettori.
Una storia che parla di amore, di gioie e di sofferenza e di quegli avvenimenti quotidiani che tutti noi viviamo e nei quali molti si riconosceranno.
Protagonista è soprattutto la difficoltà a staccarsi dal passato, senza l’inevitabile passaggio del dolore che sembra infinito e unico: proprio per questo nel libro viene sottolineata l’importanza di recuperare il nostro Adesso.

Una lettura che ci farà riflettere, con semplicità e curiosità, facendo rivivere paure e incertezze, strade necessarie sulle quali passare per raggiungere una sorta di felicità.
La scrittrice ci ha regalato ben 11 romanzi, come Una vita sottile (Marsilio), Arrivano i pagliacci (Bompiani), L’amore quando c’era (Mondadori) e Quattro etti d’amore (Mondadori); si è aggiudicata nel 1996 il premio di giovane critica Grinzane Cavour e nel 2008 il Premio Campiello (Selezione Giuria dei Letterati) per il libro La zona cieca.

Laureata al Dams di Bologna, è stata anche conduttrice televisiva in programmi come Parola mia (Rai 3), Gap (Rai 1), Quarto Piano Scala a Destra (Rai 3), programma di cui era anche ideatrice, Trovati un bravo ragazzo (Radio 24) e Io, Chiara e l’Oscuro (Rai Radio 2).
E mentre i suoi romanzi continuano a essere tradotti in 16 lingue, soprattutto in Spagna e America Latina, la brillante autrice collabora con La Stampa, Vanity Fair e Io Donna.
Questo nuovo romanzo non potrà fare altro che confermare la sua innata capacità di “rapire” con le parole e di regalare emozioni, ma soprattutto le sue magistrali doti letterarie.

LS-TOS-CAL-436240-copertina_436240

  • Il suo ultimo lavoro letterario, “Adesso”, sta registrando un grandissimo successo; come racconterebbe questo romanzo?

Come la storia di un tentativo di ricominciarsi…Anche se ci si è rotti, dentro. Proprio perché ci si è rotti.

  • Quale è il vero messaggio che vuole tramandare ai suoi lettori?

Che di amore non si muore, certo: ma si vive. E che cambiare, evolvere, è la grande occasione del nostro essere venuti al mondo.

  • Quanto di “autobiografico” lei ha impresso nelle pagine di questo romanzo?

Molte paure di Lidia legate all’intimità sono anche mie.

  • Come considera la “situazione” del sentimento Amore in questo periodo spesso superficiale e frenetico?

Il mito di Atalanta e Ippomene che racconto nel romanzo è emblematico, in questo senso…Atalanta corre, corre e corre, neanche lei sa verso cosa, fondamentalmente lontano da ogni possibilità vera di un incontro. E poi arriva Ippomene che le lancia a terra tre mele d’oro e Atalanta, finalmente, si ferma per contemplarle…L’amore credo abbia ancora questo potere, anche se la nostra corsa si fa sempre più incessante. 

  • La copertina del suo libro è veramente originale e enigmatica: cosa vuole rappresentare?

L’abbandono, la caduta, la perdita delle nostre certezze: l’innamoramento è tutto questo.

  • Contemporaneamente alla stesura del suo romanzo, ha composto in collaborazione con Erica Mou  una canzone che  richiama la trama della storia: come ha vissuto questa esperienza?

E’ stato esaltante tradurre in musica il mio romanzo e non poteva che succedere con Erica Mou, artista straordinaria e amica subito complice. 

  • Cosa si prova e cosa significa arrivare a tre giorni dall’uscita di “Adesso” alla sua seconda ristampa?

E’ sempre un’emozione sentire di non essere la sola a farmi certe domande, a vivere di certe
urgenze…

  • Come descriverebbe il suo stile letterario e quale pensa che sia la chiave che apre il cuore dei lettori?

E’ uno stile che cerca sempre di sperimentare forme capaci di rivelarmi quali sono i reali contenuti che si agitano sotto alla storia che sto raccontando…

  • Cosa consiglierebbe a un aspirante scrittore?

Di scrivere qualcosa che dia voce a una sua reale urgenza.

  • Lei è autrice di moltissimi libri, famosi e apprezzati; dove e come nasce solitamente la sua ispirazione?

Proprio da un’urgenza…Sempre.

  • Chiara Gamberale se non avesse fatto la scrittrice, ora sarebbe…

Una disperata.

  • Un sogno che vorrebbe realizzare…

Vivere la maggior parte del tempo in campagna o in riva al mare.

  • Chiara Gamberale nella sua vita privata…

E’ una persona ancora troppo inquieta.

  • Ha già un’idea per il prossimo romanzo?

Per una volta vorrei provare a godermi l’Adesso…

PER ACQUISTARE IL LIBRO

Precedente Le filastrocche di Marzia Cabano: L'Alfabeto Successivo Il Blog dà il benvenuto a Debora Giordi : “Ogni mattina rinasco”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.