“Io non rispondo”, il nuovo successo dello scrittore Maurizio Asquini

asquini
Oggi Isa Voi incontra ed intervista…
“Io non rispondo”, il nuovo successo
dello scrittore Maurizio Asquini
Nei giorni scorsi Isa Voi ha invitato ed incontrato per un’intevista lo scrittore Maurizio Asquini, già conosciuto per il suo bellissimo romanzo “Dio ingannatore”, vincitore di molti premi letterari. L’autore novarese ci presenta ora la sua seconda opera “Io non rispondo”, pubblicato dalla casa editrice Caputo e ci parla di un pò di sè….
  • Di cosa parla il suo secondo romanzo?

Dopo l’emozionante e pluripremiato Dio ingannatore, sono tornato al pubblico con questo curioso romanzo, Io non rispondo, menzionato con diploma d’onore nel 2007 al Salone del Libro di Torinoper il premio “Il Camaleonte Città di Chieri”. Un tempo in cui per la prima volta mi presentavo a una cerimonia di premiazione.

Il nuovo romanzo che l’editore ha pubblicato esclusivamente in formato digitale ad un prezzo di sole 1,99.

 

Lo stile è sempre come quello precedente. Si tratta di un racconto lungo, una storia moderna, che di questi tempi è la tendenza del mercato editoriale, dove un simpatico protagonista racconta la sua storia in maniera naturale attraverso gli occhi di un ragazzo, come ho sempre definito i miei protagonisti, “perdente”, dove la vita lo ha spesso tradito e ogni sogno s’infrange a causa della propria ingenuità e inettitudine.

 

Si parla principalmente di questo simpatico protagonista e della sua famiglia, ma in particolar modo la figura predominante è il padre: avaro fino al limite dell’immaginazione.

 

Il protagonista racconta di alcuni eventi memorabili della propria vita, accompagnati da situazioni tragiche che verranno accettate con fatalismo e con una sorta di cinica ironia ma che lui, ingenuamente supererà, anche se la sua vita ad un tratto migliorerà.

 

L’avvenimento che cambia la monotonia delle giornate arriva dal cielo: un colonnello rumeno, fuggito con un jet militare alla caduta del regime di Ceausescu, si paracaduta nel suo giardino e prende il protagonista in ostaggio e da lì inizieranno alcuni eventi che gli cambieranno radicalmente la vita.

 

Alla fine sembra che il protagonista prende un po’ in giro il lettore, facendo capire che lui è sempre stato uno sconfitto, un tontolone o un ingenuo.

 

  • Dopo il grande successo di “Dio ingannatore”, è stato difficile accontentare le aspettative dei suoi numerosi lettori?

Assolutamente no. Dio ingannatore ha ricevuto ben otto riconoscimenti e nonostante si trattava di un’opera prima da parte di un autore esordiente, il romanzo ha ottenuto un discreto successo. Quindi sono molti i lettori che hanno atteso l’uscita della mia nuova opera.

  • A cosa si è ispirato per scrivere il suo secondo romanzo?
Innanzitutto “Io non rispondo” è sempre stato il romanzo che desideravo pubblicare per primo. Nel 2008, stavo appunto preparando la bozza da inviare ad alcune case editrici. Ma nel periodo di queste scelte difficili e spesso confuse che si pone un autore in cerca di un editore, partecipai al premio “Alabarda D’oro” e in seguito mi giunse la notizia di essere il vincitore per la narrativa inedita, appunto con Dio ingannatore, e rimasi un po’ spiazzato sul da farsi: se tentare con questo o con l’altro; In seguito mi giunse una telefonata da parte dell’ideatore del premio di Trieste che mi proponeva un contratto in seguito al premio. Lo stile che ho adottato è sempre il biografico narrato da personaggi molto singolari che narrano storie molto originali.
  • C’è qualcosa che lega i suoi due romanzi, qualche personaggio in comune?
In verità, chi ha letto Dio ingannatore, si accorgerà che il protagonista del precedente romanzo appare in Io non rispondo, ma lo stesso protagonista di questo romanzo è brevemente apparso nel precedente. Da sottolineare che entrambe i romanzi si svolgono a Novara durante la fine degli anni ’80.

 

  • Come hanno accolto i lettori il suo nuovo “prodotto”?
Avevo dei dubbi presentarmi al pubblico esclusivamente con un Ebook, ma sembra che Io non rispondo stia andando bene e a un giorno dalla sua pubblicazione era già giunto terzo nella classifica degli Ebook più venduti sul portale specializzato Bookrepublic.

 

  • In questi tempi di crisi economica, come vede lei il settore dell’editoria e il mondo dei lettori?
Credo che spesso siamo vittime dei pessimismi, ma credo che chi per tutta la vita abbia fatto dello sport, lo farà finché ne avrà le possibilità. E questo vale anche per la lettura: chi ha sempre dedicato passione per i libri, non l’abbandonerà mai. Quel che sta aiutando moltissimo la praticità e i costi della lettura, è la diffusione dell’editoria digitale, ossia l’Ebook che favorisce una distribuzione praticissima e sottocosto, cosa che per i libri è particolarmente difficoltosa e costosa. Talaltro è in vendita ad un prezzo di solo 1,99€, quasi come un caffè. 

 

  • Progetti per il futuro?
Molto brevemente… non vi anticipo nulla (Raga ke storia!)

 

  • Riesce ancora a conciliare il suo lavoro quotidiano con la passione della scrittura?
Scrivere è diventato ormai un dovere e talvolta la paura di abbandonare questa strada che ho intrapreso con tantissimo lavoro e con qualche soddisfazione, mi porta a scrivere inventando storie originali che poi rivedo, elaboro, taglio e aggiungo. C’è stato un romanzo che ho scritto recentemente in ventiquattro ore, dalle sei del mattino alle sei del giorno seguente, solamente per paura di non aver più cosa raccontare, ma alla fine ho imparato che per un autore la fantasia e l’immaginazione sono dei doni innati.

 

  • Qualche consiglio per gli scrittori esordienti?
Di agire ponderatamente senza fare scelte “disperate” pur di pubblicare. In questi tempi gli esordienti sono tantissimi ed è difficile emergere e farsi conoscere, ma il sogno di ogni editore è quello di scoprire un grande talento.

—————————————————————–


Sicuri che anche questo libro sarà un grande successo, facciamo a Maurizio Asquini tantissimi auguri!

Per ordinare l’e-book:
http://www.bookrepublic.it/books/authors/Maurizio%20Asquini/

Isa Voi
Precedente Poesie per bambini Successivo La frase del giorno...

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.