Psicologia: SAPER ASPETTARE

I consigli della psicologa dell’età evolutiva, dott.ssa Milena Giacobbe
saper aspettare

SAPER ASPETTARE

Oggi viviamo in una società tecnologica in cui i contatti virtuali rischiano di essere più importanti di quelli “veri”. Una società in cui con un click si può ottenere ciò che si vuole. E ci si stupisce dei tempi di attesa, al punto che i momenti di pausa sono vissuti come segno di passività, rassegnazione o indolenza.
In realtà saper aspettare è molto importante. Più volte ho ribadito come per i bambini è fondamentale avere dei momenti apparentemente “vuoti” i quali, invece, sono lo spazio entro il quale si possono rielaborare ed accomodare esperienze e insegnamenti che, al contrario, non potrebbero divenire parte dell’individuo stesso, ma rimarrebbero nozioni appiccicate in qualche angolo della mente.
Insegnare ad attendere significa insegnare a rispettare i propri tempi e quelli delle persone che ci circondano, significa insegnare a progettare e  a rispettare i naturali tempi di crescita, significa insegnare a  sopportare la frustrazione che una rinuncia può generare o l’ansia che l’attesa può creare. Attendere le persone che ci circondano significa rispettare il loro percorso di vita, proprio come quando un genitore attende con trepidazione il primo passo o la prima parola del figlio. Nell’attesa non si è immobile, ma si “lavora” affinché il momento atteso arrivi …. Al momento giusto!
È vero anche che certe decisioni o azioni non si possono rimandare, talvolta sono immediate, ma sono sempre il frutto di una riflessione e di una corretta gestione del problema stesso.
Il progettare di raggiungere un obiettivo e darsi il tempo necessario perché esso  prenda forma non significa attendere passivamente che gli eventi  trasformino la realtà a nostro favore, ma avere il coraggio di prendere decisioni e attenderne gli sviluppi, al fine di proseguire con la propria idea ed eventualmente modificarla per renderla  più efficace. Questo servirà anche a conoscere meglio se stessi, le proprie qualità e i propri limiti, in modo da agire solo al momento opportuno e cogliere tutte le possibilità a disposizione. 
Tra i valori da trasmettere ai figli io comprenderei anche la pazienza che può essere trasmessa per esempio attraverso  i giochi (puzzle, costruzioni, modellini …) o con l’osservazione della natura (il seme che si trasforma in pianta, il bocciolo che sboccia, il cucciolo che diventa adulto …)o ancora riscoprendo il tempo dell’attesa di una risposta ad una domanda spedita attraverso una lettera ad un amico lontano  e, soprattutto, insegnando ed imparando a raccontare e raccontarsi eventi e sentimenti, per capire e progettare sempre meglio …
 
Dott.ssa Milena Giacobbe
Psicologa dell’età evolutiva
Viale Buonarroti, 13 Novara

Cel. 348.3173462

Precedente A passeggio...nell'arte! Novara,22 Ottobre 2016 Successivo Invito alla lettura: COSMOFOBIA di Lucìa Etxebarrìa

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.