Intervista a Serena Guatta, la ragazza baciata dalla fortuna con la divertente passione di concorsi e promozioni

Cari lettori,

Oggi voglio intervistare una ragazza molto seguita e conosciuta da qualche mese: Serena Guatta.

La giovane donna di Salò è mamma di un bambino di 5 anni ed è attualmente casalinga; la sua tenacia e intraprendenza, però, hanno saputo trasformare lo stare “a casa” in una vera fonte di guadagno: tra promozioni, sconti, iniziative e concorsi, infatti, riesce a catturare un bottino mensile molto consistente. Serena condivide ogni giorno idee e occasioni sui suoi social, permettendo così a molte persone di poter seguire il suo esempio. In questi anni ha accumulato tantissimi premi, carte regalo, buoni viaggio, persino buoni massaggio. E’ seguita da tantissimi fans sui social e proprio per questo abbiamo voluto intervistarla per conoscerla meglio e scoprire i suoi “segreti”:

1. Serena, sei diventata nota per la tua capacità di saper risparmiare con promozioni, sconti e iniziative e per la tua “fortuna” nel vincere nei giochi a premio. Come è iniziata questa tua avventura?

Sono rimasta incinta e non ero certa che mi avrebbero ripreso in ufficio. Quindi ho pensato di provare a risparmiare qualcosina con gli omaggi per bimbi, che ho scoperto su internet. Andando alla ricerca degli omaggi, ho scoperto l’esistenza dei coupon da stampare, dei concorsi e delle varie promo

2. Ci descrivi una tua giornata tipo…

Considerando prima della chiusura dell’asilo…. Portavo mio figlio a scuola e subito a casa mi metto alla ricerca delle nuove promozioni del giorno. Mi annoto i concorsi e controllo online i volantini dei supermercati. In base alle mie necessità, poi, preparo una o più liste della spesa, cercando di conciliare quello che serve con i concorsi e le varie promo. Se posso, scelgo il supermercato in base ai prodotti che riesco ad abbinare coi coupon. Se un prodotto è più economico in un certo supermercato, scelgo quello. Così con lo sconto del coupon che consegno in cassa, lo pago il minimo possibile. Poi esco a fare le spese in base alle liste. Quello porta via abbastanza tempo tra viaggio e la spesa in sé. Rientrando a casa con la spesa e i vari scontrini, mi metto subito al lavoro perché tante delle promozioni richiedono una registrazione a un sito e l’invio delle foto degli scontrini. Ad arrivare alle 5 di sera è un attimo. Certo non tutti i giorni li passo così, ma più tempo dedico a questo, più riesco a ottimizzare la spesa

3. Molte persone ti scrivono chiedendo quale segreto hai per essere baciata dalla fortuna. Vuoi condividerlo anche con noi?

Io mi tengo informata tutti i giorni sia sugli sconti, che sui concorsi. Quindi già sapere a monte che comprando un prodotto c’è un concorso quando tanti altri non lo sanno, è già un vantaggio. In più, sui gruppi Facebook, ci si aiuta a vicenda anche solo pubblicando una vincita. Se il premio è uno al giorno, ovviamente per quel giorno non si gioca

🙂

4. Quello che ti contraddistingue è la tua attitudine a condividere gioie, consigli e possibilità con chi ti segue. Come mai per te è importante questa apprezzabile generosità?

E’ un mondo, quelle dei concorsi e delle promozioni, che io seguo con entusiasmo e che mi da soddisfazioni. Quindi ne parlo volentieri a tutti quelli che hanno voglia di ascoltarmi, e che soprattutto non sono sempre a credere che dietro ci siano trucchi o falsità. Le persone che hanno bisogno veramente di risparmiare, o che comunque sono, come me, intenzionati a contribuire al bilancio familiare, meritano di conoscere queste possibilità. E a me non costa nulla, quindi sicuramente lo faccio volentieri.

5. Dove prendi tutte le informazioni e le dritte per questo tuo “lavoro” quotidiano?

Come dicevo prima, dai gruppi di risparmio e dai gruppi Facebook. I ragazzi e le ragazze che seguono questi siti e gruppi, sono loro che fanno il vero lavoro duro. Perché permettono di risparmiare tempo per cercare a vuoto nel web e raccolgono tutto nei loro siti.

6. Come utilizzi tutti i premi che vinci?

Quasi tutti li uso volentieri io. Quasi tutto quello che ho in casa, tra elettrodomestici, giocattoli o tecnologia, o è una vincita o l’ho acquistato grazie a carte regalo vinte. Ovviamente se amici o parenti hanno bisogno di qualcosa, metto a disposizione i premi che non uso. Qualche volta ho venduto, uno scooter per esempio… Ne ero terrorizzata, ma mi piangeva il cuore

7. Quali sono i premi che hai gradito di più, quali quelli meno amati e quali, invece, quelli più utili? Il più strano che hai vinto?

Tra i premi, io amo molto le carte regalo. Perché quelle diventano risparmio concreto, le uso per fare la spesa al supermercato. Il più amato è sicuramente il mio calcetto, che ha preso il posto del tavolo in cucina. Anche se il viaggio che ho vinto ad Ibiza è stato altrettanto gradito. Il più strano forse è stato il buono da 10.000€ per il rifacimento di un parco giochi per i bambini del mio comune… Sono ancora in attesa per i blocchi del covid, ma non vedo l’ora di vedere cosa farà il comune. Ho già parlato con il sindaco mesi fa e devo dire che era divertito e contento quasi quanto me.

8. Durante la quarantena è stato difficile portare a termine le tue “missioni”?

Purtroppo si, durante la quarantena ho sospeso gran parte delle mie attività. Prima di tutto i buoni e le carte regalo, ho evitato di usarli per non causare rallentamenti in cassa. Ho partecipato a qualche concorso ma proprio se ci sbattevo contro comprando certi prodotti che servivano assolutamente. E la spesa era ogni 15 giorni, nel supermercatino del mio paese. Molto limitativo anche per il discorso degli sconti e delle promozioni. Ma era giusto così. Mi sono tenuta aggiornata comunque sulle novità. Pronta per ripartire appena ho potuto.

9. I tuoi familiari e i tuoi amici cosa dicono di questa tua passione?

Inizialmente consideravano la cosa in modo molto superficiale, anche considerato il tempo durante la giornata che mi occupava. Piano piano si sono ricreduti. E se possono, collaborano.

10. Che consiglio daresti a chi vorrebbe intraprendere la tua stessa esperienza?

Consiglio sempre a tutti di non farsi prendere la mano. La prima regola è fare la spesa in base alle esigenze. Mai farsi trasportare e comprare compulsivamente un prodotto per vincere un concorso. Perché il risparmio andrebbe perso. Quindi, in base ai propri consumi abituali, scegliere una marca in base alle promozioni attive. Così se non si vince, non si ha comunque pagato un centesimo più del necessario.

Altrettanto importante è tenersi aggiornati con le offerte, so che può sembrare noioso. Ma quando si vedono i risultati, come acquistare detersivi e prodotti a costo zero, la passione spesso sboccia.

11. Serena Guatta descritta con tre aggettivi…

Creativa – metodica – entusiasta

12. Progetti e aspirazioni future?

Mi piacerebbe riuscire ad affiancare questa mia attività ad un lavoro part-time. Ovviamente anche i contributi sono importanti. Non rinuncerei mai però al tempo che dedico ai coupon e ai concorsi. Soprattutto alla luce del risparmio che ottengo. Ci vorrebbe un equilibrio lavorativo che mi potrebbe permettere di avere una pensione e contemporaneamente di seguire la mia passione. Vedremo, nel frattempo mi godo il mio bimbo e faccio la mamma.

Intervista di Isa Voi

Precedente "Il tempo di un soffio", il nuovo e avvincente romanzo di Donato di Capua Successivo Da P&G e Desideri Magazine un aiuto concreto alle famiglie italiane: ricevi il 50% dei prodotti che acquisti

Un commento su “Intervista a Serena Guatta, la ragazza baciata dalla fortuna con la divertente passione di concorsi e promozioni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.